Traffico di droga, sgominata una banda che si spartiva la Sardegna in due

Centoventi militari  hanno eseguito arresti da Sassari a Carbonia, da Nuoro a Bonorva, da Iglesias a Macomer. Le ordinanze di cattura sono state emesse dalla Direzione distrettuale antimafia di Cagliari

CAGLIARI. Smantella dai carabinieri quella che è considerata la maggiore organizzazione di traffico e spaccio di droga in Sardegna. Quindi persone sono state arrestate questa mattina all’alba in diverse località dell’isola (ma altri cinque sono già in carcere) a conclusione dell’ operazione “Ichnos”, con 16 chilogrammi e mezzo di cocaina recuperati da settembre a oggi a fronte di ben 85 chilogrammi che l’organizzazione ha movimentato in questi mesi in una attività di importazione nell’isola che ha radici nella ‘Ndrangheta e nella criminalità albanese.

Due i capibanda che si erano suddivisi l’isola in due, con il Nuorese fulcro delle attività organizzative del sodalizio. Sono Sandro Arzu, 49 anni, di Arzana, che ha in passato scontato 26 anni di carcere per aver ucciso l’assassino del padre, e Alessandro Ghisu, 30enne di Ghilarza, con il precedente di rapina a mano armata nelle Poste di Olbia. Della banda fanno parte Italo Arzu (52 anni), Luca Arzu (44), Roberto Arzu (51), tutti di Arzana e fratelli di Sandro, Pietro Fadda (32enne, di Alghero), Bruno Fanni (60 anni, di Tortolì), Andrea Ferreli (41enne, anche lui di Arzana), Salvatore Muntone (34 anni, di Nuoro), Sebastiano Nuvoli (33, di Sindia), Graziano Obinu (33, di Nuoro), Vincenzo Piras (41, di Arzana), Giovanni Piu (34, di Sassari), Alessandro Tedde (32, di Sassari), Luca Zedde (28, di Sorgono).

Questa mattina 120 carabinieri dei comandi provinciali di Cagliari, Sassari e Nuoro (compagnie di Carbonia, da dove è partita l’indagine, Lanusei, Bonorva, Macomer, Iglesias, Quartu e San Vito), con l’apporto dei Cacciatori di Sardegna, del nucleo elicotteri di Elmas e le unità cinofile, hanno eseguito i mandati di arresto emessi dalla direzione distrettuale antimafia di Cagliari. E’ stata anche recuperata una pistola detenuta illegalmente da Alessandro Ghisu. Nessuno ha opposto resistenza e l’operazione si è conclusa con l’accompagnamento in carcere dei fermati.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro