Alle pecore farmaci romeni vietati

San Giovanni Suergiu, sequestrati 300 capi e 280 litri di latte: allevatore nei guai

CARBONIA. Farmaci veterinari di provenienza romena non autorizzati e somministrati alle pecore, carenze medico sanitarie nell'impianto di stoccaggio del latte. Sono alcune delle irregolarità riscontrate dai carabinieri di Carbonia in due allevamenti di San Giovanni Suergiu. L'operazione dei militari condotta insieme al nucleo antisofisticazioni e sanità di Cagliari e al personale della Asl 7 ha messo sotto sequestro quasi 300 capi ovini, 280 litri di latte e due flaconi di Evomec, farmaco veterinario non autorizzato in Italia e non prescritto dal medico sanitario. I militari hanno accertato che un allevatore di 48 anni, titolare dell'ovile in località Is Pirronis aveva somministrato agli ovini il farmaco Evomec con grave rischio per la salute degli animali e la sicurezza degli alimenti destinati all'uomo. I militari hanno sequestrato i farmaci antibiotici e antiparassitari illeciti e denunciato il titolare dell'allevamento per esercizio abusivo della professione veterinaria. Nell'altra azienda operante nel settore dell'allevamento di bestiame ovino, caprino, suino ed equino in località Cortiois, sono state riscontrate carenze nelle condizioni medico sanitarie dell'impianto di stoccaggio del latte, nella conservazione delle scorte di medicinali e irregolarità nell'identificazione degli animali e in merito all'acquisto e somministrazione di farmaci
illecitamente detenuti. L’allevamento di Is Pirronis è stato sequestrato con il divieto di movimentazione degli animali fino all'esito dell'accertamento al fine di verificare la presenza di residui farmacologici e al titolare dell'ovile è stata inflitta una sanzione di oltre 5mila euro.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro