Cda del Banco di Sardegna sì al progetto di bilancio

Approvato anche il rendiconto consolidato e confermati i risultati finanziari Utile lordo di 12,6 milioni e netto di 8,9. Indicatori di solidità superiori ai requisiti

SASSARI. Il consiglio di amministrazione del Banco di Sardegna, riunitosi ieri sotto la presidenza di Antonello Arru, ha approvato il progetto di bilancio individuale e il bilancio consolidato della sub holding (Banco di Sardegna e società controllate) riferiti al 31 dicembre 2017, confermando i risultati finanziari già presentati il 7 febbraio 2018. Su base individuale, il Banco di Sardegna evidenzia una stabilità del margine d'interesse, una crescita del 13% delle commissioni nette, una riduzione del 2,2% dei costi della gestione e chiude l'esercizio con un utile lordo di 12,6 milioni (l’utile netto è di 8,9 milioni). Gli indicatori di solidità patrimoniale sono largamente superiori ai requisiti normativi.

Il Cda ha deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti (prevista per l’11 aprile 2018) la distribuzione alle azioni di risparmio di un dividendo unitario pari a 15 centesimi, alle azioni privilegiate 30 centesimi e alle azioni ordinarie 4 centesimi. In caso di approvazione, saranno assegnati a riserve patrimoniali 5,8 milioni e distribuiti dividendi per quasi 3,1 milioni con un payout del 34,9%. Il dividendo sarebbe posto in pagamento dal 16 maggio con stacco cedola a partire dal 14 maggio e record date al 15 maggio.

In data successiva alla chiusura dell’esercizio non sono emersi fatti significativi tali da influire sulla situazione patrimoniale, economica e finanziaria della banca. Il quadro macroeconomico nazionale e regionale nel quale il Banco di Sardegna opera è ancora debole ma in progressivo graduale miglioramento. La banca conferma «il buon inserimento nel territorio di riferimento» e afferma di «lavorare al meglio per cogliere tutte le opportunità che il mercato offre, con particolare attenzione alla ripresa dei consumi delle famiglie e degli investimenti».

Il Banco annuncia che «proseguirà nella sua azione di ricerca di maggiore efficienza, contenendo i costi e migliorando l’efficacia dell’azione commerciale» e La dinamica dei tassi si prevede possa confermare un margine d'interesse sul livello dell'anno appena concluso, mentre le commissioni proseguiranno il percorso di crescita stante l'impegno della struttura aziendale volto al
miglioramento continuo dei servizi offerti alla clientela e alla qualità della consulenza prestata nella gestione del risparmio. Grande attenzione continuerà ad essere rivolta alla solidità patrimoniale, alla liquidità aziendale e al miglioramento dei profili di rischio. (a.palm.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro