Mozzò le orecchie al cane e lo incatenò lasciandolo senza cibo né acqua, pastore denunciato

L'allevatore, un sardo residente nel Viterbese, è accusato di maltrattamenti. I fatti risalgono al 2016

VITERBO. Un pastore sardo residente a Grotte di Castro è stato denunciato per maltrattamenti per avere mozzato le orecchie di un pastore maremmano abruzzese e per averlo lasciato legato a una catena senza acqua e cibo per giorni. L'animale, secondo quanto accertato dai carabinieri del Nas, si nutriva solo grazie agli avanzi che la vicina di terreno gli lanciava attraverso la rete. Gli stessi militari, che si

sono presentati più volte nel terreno, gli portavano da bere. Fino al sequestro dell'animale e al salvataggio. I fatti risalgono al 2016. Il pastore, che è stato denunciato e sarà processato il prossimo ottobre, si è difeso dicendo di avere tagliato le orecchie al cane perché sentisse meglio.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro