Vertice Regione Anas per far ripartire i lotti della Sassari-Olbia

Si cerca di evitare lo slittamento della fine dei lavori Balzarini: vigiliamo e cerchiamo di sbloccare i pagamenti

SASSARI. Il tempo sulla Sassari-Olbia scorre a un ritmo diverso. Molto più lento di quello umano. Mese dopo mese la data di fine lavori si sposta sempre un po’ più avanti. Come una gara truccata in cui il traguardo è mobile. La denuncia dei sindacati sui Lotti bloccati della Sassari-Olbia sulla Nuova Sardenga ha dato la scossa ad Anas e Regione. Un vertice è servito a certificare che i Lotti 2, 5 e 6 sono bloccati, e far capire che la data di fine lavori fissata per il 2019 sembra essere meno certa.

Il vertice. Per fare il punto si sono ritrovati in Regione l’assessore ai Lavori Pubblici Edoardo Balzarini, il responsabile del coordinamento territoriale Anas della Sardegna, Valter Bortolan, e il responsabile unico del contratto Marco Cherchi. Insieme di fatto hanno certificato che sui tre Lotti i lavori sono fermi. Balzarini vuole verificare lo stato degli adempimenti e il rispetto delle obbligazioni che derivano dalla stipula del Contratto Istituzionale di Sviluppo.

L’assessore ha chiesto all’Anas un’azione più incisiva. Ha chiesto di accelerare i lavori su tutti i lotti in corso di esecuzione nei quali sono state riscontrate criticità. La Regione ha chiesto anche dettagli all’Anas sugli aspetti contrattuali delle imprese che hanno vinto le gare di appalto. Che per ora sembra essere il vero ostacolo.

La questione è tutta di risorse. Bortolan ha spiegato che per i Lotti 5 e 6 è stato firmato il contratto con la Italiana Costruzioni. L’azienda subentra alla Tecnis, finita nei guai tra le inchieste e una situazione finanziaria complicata. L’Anas è certa che i lavori per la Sasssari-Olbia riprenderanno entro aprile e che i tempi per completare l’opera saranno rispettati. Entro il 2019. Poche novità

Lotto 2. Anche la situazione del Lotto 2 sembra complicata. Dal vertice tra Regione e Anas arrivano alcune novità. Il lotto se lo è aggiudicato la Oberosler. Ma la azienda oggi è in procedura di concordato preventivo davanti al tribunale di Bolzano. I giudici di fatto hanno congelato il contratto e i lavori. Il tribunale si doveva pronunciare entro febbraio, almeno questo è quello che era stato detto a ottobre del 2017. L’ Anas ha chiesto al tribunale la revoca della sospensione del contratto per poter intervenire in modo diretto anche nei confronti dei creditori dell’impresa appaltatrice. In questo modo si eviterebbero ulteriori ritardi nei pagamenti e si potrebbe intervenire per mettere in sicurezza alcune situazioni di pericolo nel cantiere che sono nate dopo l’interruzione dei lavori. C’è anche una data entro cui il tribunale si dovrà pronunciare: il 9 aprile. Il tribunale deve decidere se ammettere al concordato preventivo la Oberosler.

Balzarini. L’assessore continua ad avere la massima vigilanza sui lavori nella quattro corsie. «Per evitare il ripetersi di situazioni di forte sofferenza finanziaria per le ditte subappaltatrici – spiega l’assessore – abbiamo sollecitato l’Anas perché sia data tempestiva applicazione alla normativa sui pagamenti diretti ai subappaltatori in caso di inadempienza della ditta appaltatrice. L’Anas ha assicurato di aver attivato le procedure per il pagamento diretto delle imprese impegnate nel lotto 4. La Sassari-Olbia è un’infrastruttura strategica. L’attenzione e la vigilanza dell’assessorato e della giunta sull’avanzamento delle opere e
sulla situazione delle imprese che ci lavorano è continua. Il 17 aprile sarà convocato il Comitato di attuazione e sorveglianza della Sassari-Olbia. Un’occasione per analizzare lo stato dei lavori e prendere le iniziative per risolvere tutte le emergenze sui lotti ancora da completare».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro