Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Meningite, il 19enne esce dal coma

Il giovane di Gesico è ricoverato da due settimane all’ospedale di Sassari

SASSARI. È uscito dal coma il 19enne di Gesico, nella provincia del Sud Sardegna, colpito da meningite di tipo B e curato da due settimane nel reparto di Rianimazione del Santissima Annunziata, a Sassari.

Il giovane era stato ricoverato al Policlinico di Monserrato il 23 marzo con febbre e dolori causati da una meningite di tipo B, la stessa che ha portato alla morte, pochi giorni prima, di un ventenne cagliaritano. A fine marzo, dopo l’aggravamento delle sue condizioni cliniche, era stato trasferito a Sassari con l’ausilio della Ecmo mobile, una particolare apparecchiatura che consente l’ossigenazione extracorporea del paziente. E, attaccato all’apparecchio salvavita è rimasto fino a ieri.

«Il paziente è uscito dal trattamento extracorporeo e superata la fase più critica, ha ripreso conoscenza e risulta in contatto con familiari e curanti – spiega il bollettino medico dell’Aou di Sassari – Nelle prossime 24 ore potrà essere scollegato dalla ventilazione meccanica e riprendere la nutrizione regolarmente. È in atto un ampio programma riabilitativo motorio. Resta comunque in trattamento in area critica fino a stabilizzazione consolidata».

A gennaio il 19enne si era sottoposto alla profilassi a seguito dell’allarme meningite scattato per un suo amico nel paese limitrofo di Senorbì. A seguito del suo ricovero tutte le persone venute a stretto contatto con lui erano state sottoposte a profilassi, con gli ambulatori dell’Ats Assl – aperte in via straordinaria – letteralmente presi d’assalto da moltissime persone, soprattutto giovani.