tra villasor e villacidro 

Donna travolta e uccisa l’investitore si costituisce

VILLASOR. È fuggito perché si è sentito minacciato dai parenti e amici della donna che aveva appena travolto con l'auto e morta poi in ospedale dopo l'arrivo al pronto soccorso, poi si è consegnato...

VILLASOR. È fuggito perché si è sentito minacciato dai parenti e amici della donna che aveva appena travolto con l'auto e morta poi in ospedale dopo l'arrivo al pronto soccorso, poi si è consegnato spontaneamente ai carabinieri un'ora mezzo dopo l'incidente. È stato questo l'epilogo dell'incidente accaduto sabato sera sulla statale 196, fra Villasor e Villacidro, in prossimità del bivio con la provinciale 4 per Serramanna. La vittima si chiamava Mirjiana Dragutinovic, di 50 anni, nata nella ex Jugoslavia e residente da tempo a Uras. L’investitore è invece un giovane 36enne di Arbus, Davide Dessì. È stato denunciato in stato di libertà per il reato di omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga da incidente. I carabinieri gli hanno sequestrato l’auto, un’Alfa 147, e hanno disposto gli esami ematici per verificare la presenza di alcol e sostanze stupefacenti nel sangue. I risultati si sapranno solo i prossimi giorni.

Il tragico investimento è accaduto poco dopo le 21 di venerdì, quando già era buio. In una ex casa cantoniera dell’Anas, occupata abusivamente da tempo da famiglie nomadi, erano in corso i festeggiamenti di un matrimonio. Nel tratto di statale prospiciente, un rettilineo di una decina di chilometri, erano parcheggiate su entrambi i lati della carreggiata diverse auto e furgoni di persone presenti alla festa. Nello stabile situato a bordo strada in molti erano su di giri per qualche bicchiere di troppo.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del nucleo radiomobile di Sanluri e della stazione di Samassi, la Dragutinovic avrebbe attraversato la statale per raggiungere la parte opposta proprio nell’istante in cui è sopraggiunta, diretta verso Villacidro, l’Alfa 147 guidata dal giovane di Arbus. La donna è stata travolta e scaraventata sull’asfalto, mentre l’investitore si è fermato poco più avanti per qualche istante ed è poi ripartito allontanandosi dopo aver preso atto del clima creatosi attorno a lui.

Sono scattati i soccorsi e la donna investita è stata portata con un’ambulanza del 118 all’ospedale di San Gavino in condizioni apparse subito critiche. Intanto i carabinieri hanno raccolto non senza difficoltà le testimonianze dei numerosi presenti alla festa che avrebbero assistito all’investimento. Individuati marca e modello dell’auto investitrice, oltre all’aspetto fisico del guidatore, sono cominciate le ricerche dell’uomo, allontanatosi in direzione Villacidro
e Guspini, mentre la donna investita non è sopravvissuta alle gravi lesioni ed è deceduta poco prima delle 23. Mezz’ora dopo Dessì, senza neppure sapere della morte della persona investita, si è presentato nella caserma dei carabinieri di Guspini per mettersi a disposizione della legge.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro