Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Aosta dedica i giardini pubblici a Lussu: si è battuto per l’autonomia della Regione

Aosta dedica i giardini pubblici a Emilio Lussu (foto) in occasione del 70esimo anniversario dello Statuto. La più piccola regione d’Italia ha voluto intitolare il polmone verde del capoluogo al...

Aosta dedica i giardini pubblici a Emilio Lussu (foto) in occasione del 70esimo anniversario dello Statuto. La più piccola regione d’Italia ha voluto intitolare il polmone verde del capoluogo al politico sardo, che nell’Assemblea costituente fu il relatore - ma anche lo strenuo difensore – dello Statuto speciale della Valle d’Aosta. La cerimonia si è svolta sabato alla presenza del nipote di Lussu, Tommaso, che ha scoperto la targa commemorativa dedicata al nonno Emilio. Insieme ai presidenti della Regione e del Consiglio valdostani, è intervenuto anche il costituzionalista Gianmario Demuro, docente all’università di Cagliari. Sulla targa, accanto al nome di Lussu, è stata riportata la scritta “democratico, antifascista, autonomista e federalista sardo”. Nelle scorse settimane anche la Regione Sardegna ha voluto rendere omaggio al grande politico di Armungia la sala giunta di Villa Devoto, la sede di rappresentanza della presidenza della Regione. La cerimonia di intitolazione è avvenuta lo scorso 27 febbraio, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.