Rissa al Poetto, accoltellato 42enne

L’uomo colpito a una coscia. Il feritore, 20 anni di Decimoputzu, si è costituito

QUARTU. Rissa con accoltellamento mercoledì notte sul lungomare Poetto, fra il Sax Beach e il Beer Beach, locale quest’ultimo del giocatore del Cagliari Daniele Dessena. Un cagliaritano di 42 anni è stato ferito alla coscia sinistra con una coltellata infertagli da un ragazzo di 20 anni di Decimoputzu nel corso di una scazzottata fra due gruppi di giovani scoppiata all’esterno dei due chioschi in prossimità della spiaggia. Soccorso da un’ambulanza del 118, il ferito è stato ricoverato nell’ospedale Brotzu.

L’accoltellatore si è invece autodenunciato chiamando il 112, per poi consegnarsi ai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Quartu intervenuti sul posto. Il ventenne è stato denunciato per lesioni gravi.

La rissa è avvenuta nella zona verde dei parcheggi fra i due chioschi marini, come sempre particolarmente affollati di giovani nelle ore serali. Quale sia il motivo che ha scatenato la rissa fra le due fazioni non è stato ancora accertato, ma secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri fra le persone che hanno assistito alla resa dei conti e anche di qualcuno dei protagonisti, sarebbe iniziato tutto con qualche sberleffo e conseguenti reazioni. I due gruppetti si sono affrontati verbalmente a muso duro, reciproche minacce, poi qualche spintone e infine sono volati pugni, calci, testate e quant’altro. Qualcuno avrebbe anche cercato di far da paciere, ma inutilmente perché ormai gli animi erano troppo accesi.

Fatto sta che il ventenne di Decimoputzu, fra i più attivi nel dare e ricevere le botte, a un certo punto ha estratto da una tasca un coltello a serramanico e ha colpito a una coscia il primo che gli è capitato sotto tiro: a fare le spese della sua reazione violenta è stato il cagliaritano 42enne che sembra non fosse neppure fra i protagonisti diretti della rissa. Il sangue che usciva copiosamente dalla gamba del ferito e le sue urla di dolore con richiesta di aiuto, hanno placato gli animi e diversi fra i partecipanti alla scazzottata hanno battuto in ritirata allontanandosi dall’improvvisato
ring all’aperto. Mentre qualcuno ha mantenuto la lucidità necessaria e ha chiamato il 118 per soccorrere il ferito e i carabinieri. Mentre i militari stavano già arrivando sul posto, il feritore ha chiamato il 112 e si è consegnato alla pattuglia ammettendo le sue responsabilità.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro