Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sciopero nei cieli voli a rischio anche nell’isola

SASSARI. Potrebbe essere una giornata di passione per chi deve volare dalla Sardegna verso il resto d’Italia e viceversa. Anche gli scali aeroportuali sardi, infatti, potranno subire i disagi causati...

SASSARI. Potrebbe essere una giornata di passione per chi deve volare dalla Sardegna verso il resto d’Italia e viceversa.

Anche gli scali aeroportuali sardi, infatti, potranno subire i disagi causati dallo sciopero proclamato dall’Enav. La low cost Vueling ha cancellato 32 voli in programma per oggi e la lista delle cancellazioni è disponibile sul sito internet. Alcune compagnie invece, come easyJet e Ryanair, informano i passeggeri dello sciopero ma non hanno reso pubblica la lista delle cancellazioni. Gli altri scioperi locali, tutti previsti dalle 13 alle 17 dovrebbero interessare la Sardegna solo nello scalo cagliaritano di Elmas. Nell'aeroporto di Cagliari sono state annunciate due distinte azioni di sciopero indette da Fit-Cisl e Unica.

Nel sito internet dell’Enav, tuttavia, è disponibile l’elenco dei voli garantiti. Per i passeggeri sardi non ci saranno problemi sui voli RYR 4816 Cuneo (LIMZ) Cagliari (LIEE), RYR 3968 Bologna (LIPE) Cagliari (LIEE), BMS 4009/4010 Torino (LIMF) Alghero (LIEA) Torino (LIMF), EZY 4897 Napoli(LIRN) Cagliari (LIEE), EZY 4898 Cagliari (LIEE) Napoli(LIRN), EZY 2877 Malpensa (LIMC) Cagliari (LIEE), EZY 2878 Cagliari (LIEE) Malpensa (LIMC).

Dall’Enac, inoltre affermano che dovrà essere comunque assicurato l’arrivo a destinazione di tutti i voli nazionali in corso al momento dell'inizio dello sciopero. Allo stesso modo saranno garantite “le partenze di tutti i voli schedulati in orari antecedenti all’inizio dell’astensione e ritardati per cause indipendenti dalla volontà delle parti” ma ovviamente anche “l’arrivo a destinazione negli aeroporti nazionali dei voli internazionali con orario stimato non oltre trenta minuti dall’inizio dello sciopero stesso”.