La Raggi fa scuola cavalli come tosaerba nelle aree urbane

Accordo sperimentale tra Comune e associazioni ippiche Idea simile a quella proposta a Roma ma con l’uso di pecore 

NUORO. La sindaca di Roma Virginia Raggi propone di utilizzare le pecore nei parchi incolti della capitale, il Comune di Nuoro risponde con i cavalli, forse anche perché di pecore nelle campagne attorno alla città ce ne sono già troppe. “Cavalli al pascolo per la cura delle aree verdi” è l’ultima iniziativa, già operativa da qualche giorno, che l’amministrazione Soddu ha studiato per risolvere il problema dell’erba alta nelle aree verdi urbane. Un’autentica emergenza, soprattutto nelle aree periferiche, dovuta in particolare alle piogge che hanno caratterizzato l’inverno e la primavera di quest’anno. Emergenza resa ancora più grave dalla penuria di fondi comunali, soprattutto a Nuoro dove si rischia il dissesto dell’ente per il noto problema dei debiti milionario fuori bilancio.

Individuata la soluzione al problema, almeno in parte, la giunta ha deciso di concedere alle associazioni ippiche l’assegnazione temporanea del pascolo su alcune aree comunali periferiche «per le finalità del diserbo e sfalcio dell’erba», come spiega una nota dell’amministrazione. «Si tratta di una serie di azioni sperimentali di collaborazione tra il Comune e i privati, avviate per favorire la manutenzione del verde con interventi agricoli».

«Sono tanti i Comuni che nonostante le difficoltà economiche e i tagli imposti a livello nazionale – dice il sindaco Soddu – riescono comunque a lavorare anche grazie all'aiuto della propria comunità, e la partecipazione delle associazioni ippiche nelle attività di diserbo e sfalcio delle aree verdi della nostra città è uno degli esempi più belli. La comunità agropastorale di questo territorio è forte e solidale e ci dimostra ancora una volta quanto l'unione tra istituzioni e cittadini possa superare ogni ostacolo».

La proposta è partita dall’assessore all’Agricoltura, Verde Urbano e Attività Produttive, Chiara Flore, in carica da poche settimane. «Vista la situazione dell'organico comunale ridotto – dice – e a fronte di interventi su 60mila metri quadri di prati verdi e circa 70mila di prati all'interno delle scuole, il coinvolgimento di tutta la cittadinanza non solo è necessario, ma è un modo per lavorare insieme per il bene comune, usando se necessario anche la fantasia».

All’iniziativa proposta dall’amministrazione hanno risposto due associazioni ippiche: l'Associazione Amazzoni e Cavalieri e il Centro Equestre S’Arbore, ma solo quest’ultimo ha la possibilità di garantire la disponibilità immediata per l’avvio dell’intervento sperimentale, potendo disporre di cavalli da destinare
allo sfalcio perché non utilizzati in scuole di equitazione o altre attività.

La prima area individuata è un terreno di un ettaro in via Apuleio, nel quartiere Funtana Buddia, vicino a numerosi centri commerciali. La sperimentazione andrà avanti per un mese. (p.me.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro