Alghero, boom di passeggeri per il ponte del 2 giugno

Previsti 26mila transiti grazie ai collegamenti internazionali. Il mese di maggio si è chiuso in positivo: 6% in più rispetto all’anno scorso 

ALGHERO. Cresce il traffico passeggeri nello scalo algherese “Riviera del Corallo”. La Sogeaal, la società che gestisce l’aeroporto catalano, ha stimato un traffico di 26mila passeggeri in vista del ponte del 2 giugno. Da giovedì a domenica è previsto un incremento significativo dei transiti grazie soprattutto all’avvio delle nuove rotte per Barcellona, operata da Vueling, Berlino e Londra, con Easyjet, Maastricht e Amsterdam, coperte da Corendon, e Madrid, raggiungibile con Volotea. I collegamenti internazionali, passando dai 50 del 2017 ai 64 di quest’anno, registrano un incremento del 28%, permettendo di stimare un aumento dei passeggeri internazionali del 23% circa.

Buone anche le proiezioni per maggio, con un’aspettativa di oltre 125mila e 400 passeggeri e un incremento del 6% rispetto all’anno scorso. «Questi numeri saranno certamente confermati e superati a consuntivo – dice il direttore generale di Sogeaal, Mario Peralda – Gli incrementi sono effetto dei nuovi collegamenti attivati con partner consolidati, come EasyJet e Volotea, e con nuovi vettori, come Vueling e Corendon».

Secondo il general manager, «l’ampliamento dell’offerta è reso possibile dal lavoro che la società ha portato avanti insieme agli stakeholder del territorio, sfruttando le opportunità delle politiche di destinazione varate dall’assessorato regionale del Turismo». Una risposta indiretta alle dichiarazioni del vice capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Marco Tedde, che commentando i dati di Assaeroporti, aveva parlato proprioieri, in termini negativi, delle azioni condotte dal governo regionale per lo scalo algherese.

«Purtroppo la tendenza dei flussi di traffico continua a essere negativa, segno che al di là degli annunci non c'è una svolta in atto – ha detto l’ex sindaco di Alghero –. In definitiva nel primo quadrimestre del 2018 lo scalo algherese ha perso 118mila passeggeri rispetto al 2015, pari a un calo del 30%. L’aspetto più preoccupante è che ha perso 52mila passeggeri internazionali».

Secondo il consigliere regionale

«questa è la certificazione degli errori commessi dalla giunta regionale, che ha abbandonato il settore low cost e ha venduto il pacchetto di maggioranza della Sogeaal, oltre che del fallimento dei bandi sulla continuità territoriale e della mancata attuazione della legge sul turismo».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro