Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Nell’agenda degli indipendentisti l’assemblea dei sindaci a Oristano

CAGLIARI. Dalle controcelebrazioni per i 70 anni dell’Autonomia all’assemblea dei sindaci fra due domeniche, il 17 giugno alle 10 al Coworking di Oristano. Sono questi le due manifestazioni...

CAGLIARI. Dalle controcelebrazioni per i 70 anni dell’Autonomia all’assemblea dei sindaci fra due domeniche, il 17 giugno alle 10 al Coworking di Oristano. Sono questi le due manifestazioni organizzate dai movimenti indipendentisti. La prima è stata messa in campo da «Caminera noa», che dice no alla campagna istituzionale di celebrazioni. «L’autonomia speciale – è scritto in un comunicato – non ha garantito finora nessuna sovranità al Popolo sardo. Che andrà conquistata sulla base di un diritto cui stranamente questa classe politica non cita mai: l’autodeterminazione». A lanciare la proposta di una rete fra i sindaci indipendentisti sono stati invece Davide Corriga Sanna, Bauladu, Maura Cossu, Bosa, Maurizio Onnis, Villanovaforru, Marco Sideri, Ussaramanna, e Angela Simula Cadoni, Olmedo. Nel convocare l’assemblea di Oristano hanno scritto: «Il nostro obiettivo è organizzare un coordinamento fra gli amministratori locali decisamente orientata a lavorare per l’autodeterminazione dei sardi».