Donne vittime di violenza tre arresti e una denuncia

Quattro episodi tra Iglesias, Cagliari, Sant’Antioco e Monserrato

CAGLIARI. Un fine settimana segnato da terribili episodi di violenza contro le donne e di maltrattamenti in famiglia, quello appena trascorso. Teatro delle violenze il sud dell’isola, in particolare Cagliari, Iglesias, Sant’Antioco e Monserrato.

A farne le spese, nella notte fra sabato e domenica, sono state mogli, ex compagne, genitori e perfino carabinieri intervenuti per mettere fine ai litigi. Il bilancio è di tre persone arrestate e di un uomo denunciato in stato di libertà.

Il primo episodio ad Iglesias, poco prima della mezzanotte. Al 112 è arrivata una richiesta di intervento da parte del personale del ristorante pizzeria “Il Planetario”, in piazza Sella. Un cliente, in evidente stato di ubriachezza – M.M, di 55 anni, con precedenti penali e affidato in prova ai servizi sociali con obbligo di rientrare a casa entro le 23 e di non bere alcolici – si rifiutava di lasciare il locale e pretendeva di continuare a bere. Con lui c’era anche la moglie che non riusciva a convincerlo ad andare via e per questo è stata insultata e strattonata. Quando i camerieri hanno provato a spiegare all’uomo che non potevano più dargli da bere dal momento che erano cominciate le pulizie, ha dato in escandescenze e ha cominciato a minacciare il personale e i passanti che si erano fermati a guardare. L’uomo non si è calmato neanche alla vista dei carabinieri. Anzi, appena sono arrivati, ha cominciato a insultarli e a minacciarli. A quel punto i militari lo hanno immobilizzato e portato in caserma. Per la moglie si è trattato evidentemente di una liberazione. La donna, infatti, a quel punto ha avuto il coraggio di sporgere denuncia contro il marito che, come ha raccontato ai carabinieri, la maltrattava da anni. L’uomo è stato immediatamente arrestato e trasferito nel carcere di Uta.

A Cagliari, sempre sabato sera, una donna di 47 anni è stata aggredita e presa a pugni dall’ex compagno, un cagliaritano di 55 anni, incensurato. L’uomo, intorno alle 22, ha incontrato la donna in via Isola di San Pietro e, dopo che lei gli ha comunicato la sua decisione di lasciarlo, l’ha colpita più volte in faccia. Poi è andato via a piedi, lasciandola tramortita a terra. Per fortuna la donna ha avuto la forza di chiamare il 112. Immediato l’intervento dei carabinieri. Mentre la 47enne veniva soccorsa dai sanitari del 118 – ha riportato la frattura del setto nasale – sono cominciate le ricerche dell’uomo, che è stato rintracciato solo ieri mattina. È stato denunciato in stato di libertà per atti persecutori e lesioni personali.

A Sant’Antioco, sempre sabato sera, i carabinieri hanno arrestato invece un 47enne, responsabile di maltrattamenti alla moglie. Anche in questo caso la donna, dopo aver subìto per anni ogni tipo di sopruso tra le mura domestiche, ha avuto il coraggio di chiamare il 112 per denunciare il marito. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri.

L’ultimo episodio è quello di un 30enne di Monserrato, Ignazio Espis, disoccupato, che ha riempito di botte i genitori dopo il loro rifiuto di dargli altri soldi. Non solo. Una volta arrivati i carabinieri, il giovane si è scagliato anche contro di loro, insultandoli
e minacciandoli. Per bloccarlo i carabinieri sono dovuti intervenire con la forza. Il trentenne è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

Per tutti gli arrestati nella mattinata di oggi ci sarà il processo per direttissima.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro