Trasporti, il ministro Toninelli: «Con la Regione nella battaglia a Bruxelles»

L'esponente del governo sostiene le richieste della giunta sulla Continuità territoriale aerea: «Si deve garantire il diritto alla mobilità dei sardi e anche lo sviluppo turistico»

SASSARI. Idee chiare, nessuna paura di affrontare strade complicate. Il ministro ai Trasporti e alle Infrastrutture Danilo Toninelli traccia la road map del rapporto del governo giallo-verde con la Sardegna. E come intende portare avanti le vertenze. Pieno appoggio alla Regione nella battaglia in Europa sulla continuità territoriale. Massimo impegno per rinnovare la rete ferroviaria. Stop alla metanizzazione. E monitoraggio dei cantieri dell'Anas.

In molti temono che l'arrivo di un governo Lega- 5 Stelle porti a una cancellazione delle opere necessarie per creare infrastrutture e consentire alla Sardegna di superare il suo storico gap. Avete intenzione di rivedere alcuni progetti?
«La Sardegna può stare sicura. La vostra condizione è al centro delle attenzioni del governo. È vero che abbiamo promosso una project review generale su molte opere. Ma conosciamo bene quale sia il deficit infrastrutturale del Centro-Sud e delle grandi isole. Il mio ministero farà il massimo perché

i sardi possano sentirsi parte integrante, anzi direi imprescindibile, del nostro Paese».

Intervista completa e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro