La dichiarazione d'amore per la Sardegna fa il pieno di like su Facebook

Il toccante pensiero per l'isola, scritto dalla giovane Stella Ubertini (la madre è di Esterzili), è stato postato sul gruppo "Viaggi Social" da oltre 200mila utenti, ricevendo centinaia di commenti

SASSARI. Un testo d'amore per la Sardegna, quella più vera, lontana dalle coste. Fatta di sapori e profumi, ma soprattutto di bei ricordi. Lo ha scritto la giovane sardo-laziale Stella Ubertini alcune settimana fa , e nei giorni scorsi è stato postato sul gruppo facebook "Viaggi Social", dei Turisti per caso, da un'altra utente, che non ha indicato l'autrice originale del testo. In molti, però, hanno segnalato il nome dell'autrice, che si è detta contenta che le sue parole abbiano emozionato le persone. Per lei, infatti, la Sardegna è la sua seconda casa. Ma ecco il testo che tanto è piaciuto ai lettori.

«Buffasa? Beni ca cumbidu!»

Tratto da una conversazione realmente accaduta.
- Quest'estate vado in Sardegna!
- Dove?
- Porto Cervo! E tu?
- Io anche Sardegna, ma nel paese di mia nonna, a Esterzili, ho casa.
- Davvero hai casa in Sardegna?
- Si, in montagna.
- Ah, perchè in Sardegna ci sono le montagne?
- Certo che ci sono!
- Vabbè ma che senso ha avere casa in montagna?

Che senso ha?!?!?!?!? Mo te lo spiego!

Avere una casa sui monti sardi vuol dire..

..Aprire la finestra e perdersi in panorami meravigliosi.
..Godere di tradizioni popolari come gli "Urthos e Buttudos", i "Boes e Merdules" o i "Mamuthones".
..Sapere cosa sia il Torrone di Tonara.
..Preferire Su Guttiau alle patatine e i Culurgiones ai ravioli.
..Sapere cosa sia Sa Corda e averne vista preparare una.
..Conoscere Su Casu Marzu e Su Callu.
..Essere abituati all'incontro di pecore, mucche e tori sulla strada.
..Non chiudere occhio se gli uomini del paese decidono di giocare a Sa murra: battaro, chimbe, murra!
..Sapere che qualsiasi vecchina sulla strada ti guarderà e ti fermerà per chiederti: 《 E tui, filla e chini sesi?》
..Conoscere i Tazenda e sapere a memoria tutta la loro discografia.
..Sapere la differenza tra Ballu Tundu e Passu Torrau e provare anche a ballarli.
..Non esistono altre birre all'infuori dell'Ichnusa.
..Su Circufolla è l'arcobaleno. E niente, è già meraviglioso solo il nome.
..Il giorno del mercato tutto il paese mangerà esclusivamente patatine fritte e pollo arrosto del camion del mercato.
..E la sera il pesce fresco preso allo stesso mercato.
..Contro gli attacchi di fame, altro che merendine e cioccolata: Pane e Casu.
..Nelle piccole alimentari di acqua in bottiglia ne trovi, ma una ventina e monotipo. L'acqua potabile si prende alla fonte...e sapeste quanto è buona!
...Spunta la luna dal monte...

La Sardegna è tutta bella, ma i monti tolgono il fiato. Il mare sardo è l'ottava meraviglia del mondo, ma i monti sono la nona.
La Sardegna più grezza è la Sardegna più bella che c'è.
La pioggia in Sardegna profuma. Sui monti ancora di più.
Le case in Sardegna profumano di porceddu e pane fatto in casa.
Le persone in Sardegna profumano di generosità.

Io ci provo a raccontarvi quanta meraviglia c'è in una regione conosciuta purtroppo quasi solo per il suo mare, ma voi datemi retta.
Non fermatevi all'apparenza nella vita...e se per le vacanze scegliete la Sardegna, addentratevi in quei monti che solo da fuori sembrano

ostili.

Voi lo sapete quanto amore c'è dietro la frase "Buffasa? Beni ca cumbidu!"?

Io sì! Tanto!

In questo link il post originale su Facebook

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro