Formazione a Bruxelles per 11 sindaci della Sardegna

Focus incentrato sulle politiche di coesione e sui fondi europei

BRUXELLES. Tre giorni di formazione a Bruxelles per una delegazione di undici sindaci sardi. Obiettivo, acquisire massima consapevolezza di tutte le opportunità che la programmazione europea offre, con particolare riferimento alle politiche di coesione e ai fondi europei. Alla visita organizzata dal Consiglio delle autonomie locali (Cal) partecipano, tra gli altri, Paola Mssidda (Carbonia), Gianfranco Satta (Tergu) Salvatore Mattana (Sarroch) Sabrina Sassu (Cossoine) Roberto Uda (Loceri) e Manuela Pintus (Arborea).

Oggi è in programma un incontro sui fondi a finanziamento diretto con Maria Cristina Scarfia e Leonardo Pinna, rappresentanti di Confindustria presso l'Ue e una delegazione del Solidar, network europeo che si occupa di cooperazione e politiche sociali. Nel pomeriggio gli undici saranno ricevuti dall'eurodeputato Salvatore Cicu, successivamente dai responsabili degli Enti Locali di Epsu, la federazione sindacale che si occupa di servizi pubblici. Domani i sindaci parteciperanno a un tavolo con il Comitato europeo delle regioni.

"È molto importante che i sindaci della Sardegna accedano a queste occasioni di studio, confronto e proposte - spiega il presidente del Cal, Andrea Soddu - Il Cal è capofila del progetto europeo Clisel che ha coinvolto alcune prestigiose università e istituti di ricerca

europei e che studia il fenomeno delle migrazioni climatiche e il ruolo delle amministrazioni locali nella gestione dei flussi. Un progetto sui cui abbiamo investito molto, i risultati di ricerche e sondaggi sono stati già portati all'attenzione del parlamento e della commissione europea".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro