La commissione nazionale di garanzia: assemblea regionale del Pd il 23

Niente commissariamento ma riunione indetta per lunedì per la scelta del segretario

CAGLIARI. Assemblea regionale del Pd lunedì 23 luglio, come chiesto una settimana fa da una cinquantina di delegati, tutti della maggioranza costituita da renziani e popolari-riformisti. È la decisione della commissione di garanzia nazionale che ieri 18 luglio, fino a tarda sera, ha lavorato sulla situazione del Pd sardo e ha deliberato «la legittimità della richiesta di convocazione per il 23 avanzata da 53 membri ai sensi dello Statuto regionale e del regolamento dell'assemblea».

Niente commissariamento, dunque, come avrebbe voluto la minoranza rappresentata dall'area di Renato Soru, che puntava al congresso, ma via libera all'assemblea per scegliere il nuovo segretario regionale, in sostituzione del dimissionario Giuseppe Luigi Cucca. Sul successore c'è un nome: il deputato del Sulcis Emanuele Cani.

Il partito in Sardegna è in stallo da tempo, con una spaccatura netta emersa in modo plateale nell'ultima

assemblea ad Abbasanta, il 9 luglio scorso, quando tra gli esponenti di maggioranza e minoranza si è sfiorata una vera e propria rissa. Ora, dopo la decisione di Roma, la presidente dell'assemblea Lalla Pulga, soriana, dovrebbe inviare la convocazione formale ai delegati entro stasera.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro