Equilibrio donne-uomini: solo 4 giunte comunali su 11 hanno rispettato la legge Delrio

La denuncia della consigliera regionale di parità Maria Tiziana Putzolu sulla mancata rappresentanza dei sessi negli enti locali con più di tremila abitanti

CAGLIARI. Sono solo quattro, Assemini, Decimomannu, Jerzu e Senorbì, i Comuni sardi virtuosi tra i dodici con più di tremila abitanti che dopo le amministrative del 10 giugno hanno rispettato l'obbligo di formare Giunte nel rispetto della norma sul riequilibrio di genere.

Inadempienti, invece, i Comuni di Iglesias, Macomer, Oliena, Cabras, Budoni, Maracalagonis e Teulada. Lo fa notare la consigliera regionale di Parità, Maria Tiziana Putzolu, ricordando come la «legge Delrio in proposito è chiarissima: nelle Giunte dei Comuni con popolazione superiore a tremila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento

aritmetico».

Putzolu sottolinea che non si tratta di una questione meramente formale: «È importante che la pubblica amministrazione rispetti la normativa perché - spiega - una Giunta comunale formata da uomini e donne in maniera bilanciata rispecchia la composizione della società».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro