Dal reality show ai liquori gli olandesi a Ollolai fanno impresa

Una coppia di concorrenti ha iniziato a produrre il “Limonello Twist”. Dalla tv agli affari: «Vorremmo aprire un locale per le degustazioni in paese» 

OLLOLAI. Non hanno perso tempo, e tra una ripresa e l'altra del reality hanno realizzato il loro progetto. Senza tergiversare o farsi scoraggiare dalla pila di documenti che richiede la burocrazia italiana, Sandra Liebe e Marcello Carlino, hanno aperto la prima distilleria ollolaese. «Abbiamo avviato le pratiche, e da ieri abbiamo ufficialmente la nostra azienda in Italia» spiegano dalla loro casa comprata a un euro nel rione Lapoddi, dove le case disabitate superano di gran lunga quelle abitate. Sono una delle cinque famiglie olandesi che è arrivata a Ollolai a maggio, grazie al programma televisivo "Het Italiaanse Dorp: Ollolai" nato dalla collaborazione della Rtl Blue Circle con l'amministrazione comunale guidata da Efisio Arbau.

Questa coppia, assieme ad altri nove aspiranti, ad aprile si è presentata alla commissione locale che ha valutato il loro progetto, superando brillantemente la selezione per la partecipazione al reality show e l'assegnazione di un rudere a un euro. Nella puntata della trasmissione andata in onda il 16 luglio scorso sulla tv olandese Rtl e che ha registrato ascolti record nei Paesi Bassi, Sandra e Marcello hanno presentato agli ollolaesi il loro progetto di vita. Oltre alla ristrutturazione della loro casa entro tre anni, anche l'avvio di una attività. Si sono presentati con il loro Limonello Twist, ricetta segreta registrata sotto il marchio Versante, e un gusto e un'idea imprenditoriale che ha convinto la commissione. Così questa coppia di imprenditori sono stati accolti a Ollolai e indirizzati verso un commercialista che ha seguito loro la pratica di avvio della attività.

«È difficile avviare un’impresa in Italia e stare dietro a tutti questi documenti, e ancora più difficile starci dietro con il limite della lingua, perché stiamo iniziando a imparare l'italiano, ma ancora non siamo autonomi – spiega Marcello in inglese, perché nonostante il nome che denota origini italiane (madre olandese e padre siciliano), la lingua per lui è ancora un ostacolo. «Il nostro marchio raffigura tre montagne – gli ha fatto eco la compagna Sandra – è il nostro omaggio a questo paese di montagna appunto, in cui vogliamo abitare e lavorare». È il rovescio della medaglia di un progetto a costo zero per le casse pubbliche, che va oltre il reality e la mondanità, e che lentamente inizia a produrre risultati: Case a un Euro porta la prima azienda, porta i primi investitori a scommettere sulla economia locale.

Marcello e Sandra hanno chiari i propri obiettivi, sanno cosa vuol dire fare impresa e non sono persone che si avventurano alla cieca. «Siamo in una rete commerciale che si sviluppa nel nord Europa, quindi in Belgio, Olanda, Germania – spiega ancora Marcello –. Iniziamo la produzione qua in Sardegna con il Limonello Twist, e abbiamo intenzione di studiare una ricetta per produrre un liquore al mirto, e magari anche una variante

frizzante e un liquore all'arancia. L'etichetta arriverà domani, ma abbiamo già tutto pronto». In seguito vorrebbero aprire un locale a Ollolai dove far assaggiare le proprie produzioni e far conoscere la Barbagia agli olandesi e non, che decideranno di visitare questi posti.
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro