Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Da Spargi a Gairo anche gli aerei per spegnere gli incendi

Protezione civile regionale mobilitata per domare i roghi alimentati dal forte vento

SASSARI. Anche l’isola di Spargi, nell’arcipelago della Maddalena, è stata colpita da uno degli incendi odierni – che hanno interessato anche Gairo e Perdas de Fogu - e il nucleo investigativo del Corpo forestale ha avviato le indagini per chiarire la dinamica dell’evento. La macchina antincendi è però intervenuta con grande rapidità e ha domato rapidamente i roghi.

Incendi in Sardegna, lotta strenua sul fronte del fuoco

Spento in tempi brevi, con l’ausilio di un elicottero, l’incendio divampato in mattinata di oggi 23 luglio sulla macchia mediterranea della località Terr’e Cabonis, a Gairo. Il Corpo forestale della Sardegna, responsabile della funzione di spegnimento degli incendi boschivi, ha diretto le operazioni di spegnimento a terra e in volo inviando sul campo il proprio personale della Stazione di Osini, coadiuvato dagli specialisti del Gauf (Gruppo di analisi e uso del fuoco) di Lanusei e da tre squadre dell’agenzia Forestas provenienti dai cantieri di Gairo e Osini

Segnalati quasi alle 18 gli incendi su Spargi e su Perdas de Fogu, in località Funtana Peddi'e cani. Anche qui sono intervenuti i mezzi aereo, uno su Spargi, e due su Perdas de Fogu. A terra sono entrate in azione le squadre di elitrasportati coordinate, rispettivamente, dalla Stazione del Corpo forestale della Maddalena e da quella del Corpo forestale di Osini.