I circoli: basta liti, serve un traghettatore

CAGLIARI. Un documento per trovare candidato e procedure di gestione che uniscano e non dividano. Un foglio che cercherà di seminare la pace nel momento storicamente più difficile del partito. L'appel...

CAGLIARI. Un documento per trovare candidato e procedure di gestione che uniscano e non dividano. Un foglio che cercherà di seminare la pace nel momento storicamente più difficile del partito. L'appello arriva dai circoli del Pd: l'obiettivo è quello di portare la parola unità oggi all'assemblea di Abbasanta dopo la battaglia dell'ultima riunione. Ieri c'è stato a Cagliari un incontro per fare il punto della situazione . Tra i sostenitori anche Giuseppe Frau (foto), in passato nella segreteria regionale. Il volantino di convocazione è emblematico: Basta liti nel Pd, parliamo della Sardegna. In buona sostanza è la ricerca di una terza via rispetto allo scenario emerso nell'ultima assemblea: niente candidato che accontenta una parte e ne scontenta un'altra, ma nemmeno niente congresso subito. Obiettivo: il più classico dei candidati che piace a tutti. Facile a dirsi, più difficile da farsi. Un nome, forse un traghettatore, che porti il Pd al congresso nei tempi e nei modi giusti. «Non sono disponibile a un candidato di rottura – dice Antonio Dessì – non possiamo distruggere questo patrimonio: chiunque pensi a rendite di posizione sta sbagliando». I circoli chiedono più spazio:
«Il ragionamento è semplice- spiega Isabella Murtas – bisogna mettere da parte risentimenti, rivalsa, ambizioni. Mi piacerebbe un passo indietro delle prime linee e uno in avanti delle seconde linee». Proposta operativa: «Un candidato che sia eletto all'unanimità». (stefano ambu)


TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro