Ottana, 92 assunzioni nell’area industriale

Invitalia ha dato il via libera al contratto di sviluppo da 50 milioni di euro della società Antica Fornace

BOLOTANA. Via libera di Invitalia al Contratto di sviluppo presentato dalla società Antica Fornace Villa di Chiesa che prevede l'ampliamento della fabbrica, della produzione e del personale per un investimento complessivo, tra pubblico e privato, di 50 milioni. Invitalia, l'agenzia nazionale che fa capo al ministero dello Sviluppo economico, ha deliberato di concedere alla società che opera nell'area industriale di Bolotana, agevolazioni per 25 milioni di euro, 17 dei quali a fondo perduto, cofinanziati dalla Regione con 5 milioni di fondi europei. Il via libera al finanziamento regionale era stato dato dalla giunta Pigliaru, su proposta dell'assessore alla Programmazione, Raffaele Paci, il 20 marzo scorso. Ora arriva anche il nulla osta da parte di Invitalia che sblocca le agevolazioni pubbliche per oltre 25 milioni di euro, concesse dall'accordo di programma sottoscritto tra Regione, Mise e Invitalia per la realizzazione del Contratto di sviluppo presentato da Antica Fornace. Uno strumento che prevede investimenti di grandi dimensioni (minimo 20 milioni di euro) nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale. Il tutto gestito dall'agenzia del ministero che riceve le domande, valuta i progetti, concede ed eroga le agevolazioni. L'investimento previsto dall'azienda di Bolotana prevede un aumento della manodopera, attualmente di 140 lavoratori, di 92 unità. A regime l'organico aziendale dovrebbe essere di 224 unità. L'Antica Fornace, realizzata nei primi anni del Duemila con il contributo pubblico di 12 milioni di euro del Contratto d'area, produce guarnizioni industriali in gomma di differenti dimensioni ad alta tecnologia. Il prodotto è cresciuto negli anni fino ad affacciarsi su un mercato di dimensioni mondiali. L'azienda degli imprenditori bergamaschi Osvaldo Paris e Giovanni Duci, è leader mondiale nella produzione di O-rings, anelli in gomma che vengono impiegati come guarnizioni meccaniche e sigilli in vari settori: dall'industria automobilistica, all'elettronica, dalla telefonia, all'industria di precisione. L'Antica Fornace ha clienti in tutto il mondo ed esporta il 70 per cento del prodotto. La produzione complessiva supera le duemila e 300 tonnellate di gomma all'anno per un fatturato di oltre 12milioni di euro. Il progetto di investimento presentato a Invitalia e valutato dai suoi esperti prevede l'ampliamento del sito con quattro nuovi immobili, un nuovo corpo di fabbrica di 3.600 metri quadri, l'inserimento di nuove linee produttive dedicate all'O-rings e ai cordini in gomma e un nuovo sistema informatico per una fase di lavorazione della mescola di gomma, attualmente demandata a fornitori esterni. L'obiettivo è quello
di ampliare l'export raddoppiando la produzione di O-ring fino a 4mila e 600 tonnellate all'anno. Il programma di investimenti, che dovrà essere completato in 36 mesi, consentirà di completare nello stabilimento di Bolotana l'intero ciclo produttivo, avviando nuove attività di filiera.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro