Ipotesi Berlusconi candidato nell’isola Pittalis: ottima idea

Dopo le dimissioni dell’ex M5s Mura si andrà a nuove elezioni. Il deputato Fi: è un amico dei sardi, per noi sarebbe un onore

SASSARI. Berlusconi in corsa in Sardegna per un seggio in Parlamento è solo una ipotesi che chissà se mai si trasformerà in realtà, ma in casa Forza Italia l’idea del Cavaliere deputato sardo piace parecchio. «Sarebbe un onore», dice Pietro Pittalis, coordinatore in pectore degli azzurri isolani. Il nome di Berlusconi ha cominciato a circolare nel momento in cui Andrea Mura, espulso dal Movimento 5 stelle, ha annunciato le sue dimissioni dalla Camera. Un primo passo di un lungo iter che se si concluderà come vorrebbe il deputato ex 5 stelle comporterà l’indizione di nuove elezioni nel collegio uninominale di Cagliari. Ed è qui che entra in gioco Silvio Berlusconi. Le legge Severino aveva impedito al leader di Forza Italia di candidarsi alle politiche del 4 marzo per via della condanna per frode fiscale, ma una pronuncia di maggio del Tribunale di sorveglianza di Milano ha cancellato gli effetti della Severino e lo ha così riabilitato. Da quel momento in Forza Italia è partita la caccia al seggio utile per fare tornare Berlusconi in Parlamento prima della prossima scadenza elettorale. L’occasione potrebbe presentarsi ora a Cagliari. «Ogni volta che c’è la possibilità che si rivoti in un collegio uninominale Berlusconi viene tirato in ballo – dice Pittalis –. Questa è la certificazione di quanto il presidente sia amato e di quanto sia ancora in grado di suscitare interesse nei cittadini. Logicamente noi sardi saremmo onorati se il presidente Berlusconi decidesse di candidarsi nell’isola. Per noi sarebbe un grande onore sostenerlo perché lui è un amico dei sardi. In questi 25 anni alla guida di Forza Italia ha dimostrato una attenzione e un amore speciale per la nostra isola. Se mai dovesse decidere di scendere in campo nel collegio di Cagliari – conclude il deputato nuorese – noi siamo pronti a fare la nostra parte e a sostenerlo con grande convinzione».

Insomma, l’ultima parola la dirà lo stesso Berlusconi, arrivato in Sardegna sabato per trascorrere le vacanze alla Certosa di Porto Rotondo. Un soggiorno lungo in cui l’ex presidente del Consiglio toglierà un po’ di tempo alla vacanza proprio per dedicarsi alla politica isolana. Sarà lui infatti a nominare il nuovo coordinatore regionale di Forza Italia, che sarà appunto Pittalis, su cui si è registrata l’unanimità delle varie anime del partito. E chissà che in quella occasione
non si parli proprio dell’eventualità di una sua corsa alle suppletive di Cagliari. Una sfida di cui sicuramente non sarà protagonista Ugo Cappellacci, che, sconfitto da Mura nell’uninominale, è comunque arrivato a Montecitorio via proporzionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro