Servizio elisoccorso nel primo mese 5 interventi al giorno

Arru: raggiunta tutta l’isola, comprese le zone più critiche Dal 15 agosto sarà operativo anche all’aeroporto di Alghero

SASSARI. In un mese sono stati 145 gli interventi effettuati dai mezzi dell’elisoccorso. Circa cinque al giorno da quanto è stato attivato il nuovo servizio che ha reso più tempestivi gli interventi di fronte alle emergenze. Tre le basi da cui gli elicotteri partono. Da Cagliari, Alghero, Olbia. L’elicottero di stanza a Elmas ha effettuato 52 interventi, 46 primari (ovvero soccorso in emergenza) e 6 secondari (trasporto del paziente all’ospedale): 47 in codice rosso, 4 in codice giallo. 31 pazienti sono stati portati al San Michele di Cagliari, 8 al San Francesco di Nuoro, 4 al San Martino di Oristano. Il mezzo di stanza a Olbia ha effettuato 93 interventi, 72 primari e 21 secondari, 79 in codice rosso e 11 in codice giallo. I pazienti sono stati portati principalmente al Santissima Annunziata (50), poi al San Francesco di Nuoro (8), al San Michele di Cagliari (4), all’ospedale Marino di Cagliari (3) e tre al Giovanni Paolo II di Olbia. Dal 1 agosto a Olbia il servizio è attivo 24 ore su 24, e dunque per la prima volta nell’isola viene svolto anche in orari notturni.

Sono i numeri del primo mese di attività del servizio di elisoccorso, gestito dalla Airgreen per conto dell’Areus, in collaborazione con il Soccorso Alpino della Sardegna. «Sono dati che confermano come sia cambiato il sistema di emergenza – urgenza grazie al nuovo servizio e la stessa organizzazione dell’assistenza – commenta l’assessore alla Sanità, Luigi Arru –. I mezzi hanno raggiunto praticamente tutta la Sardegna, coprendo le zone più critiche, come l’Ogliastra, Carloforte e La Maddalena, dove sono stati fatti sei interventi, uno in notturna, nei giorni scorsi». Soddisfatto anche il direttore generale dell’Areus, Giorgio Lenzotti, che in questi giorni sta lavorando con i vigili del fuoco per un protocollo condiviso sulle modalità di intervento congiunto e coordinato. Identiche procedure verranno attivate, a breve, anche con la Guardia costiera.

L’elicottero AW 139 è dotato delle moderne apparecchiature sanitarie utilizzate di norma nell'emergenza quali elettrocardiografo, defibrillatore, saturimetro, ventilatori automatici, materiali necessari per il soccorso di traumatizzati come tavola a spirale e barelle verricellabili, con funi e imbragature. Il nuovo servizio di
elisoccorso si completerà con il terzo elicottero della base di Alghero che sarà operativo dal 15 agosto. Il servizio viene svolto in collaborazione con il Soccorso alpino e speleologico della Sardegna. L’attivazione avviene attraverso le centrali operative del 118 di Cagliari e Sassari.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro