Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il M5s: la Regione spende troppo per gli affitti

Il parlamentare Manca: Erriu aveva promesso una riduzione dei canoni, invece sono aumentati

CAGLIARI. La Regione spende troppo per i canoni d’affitto: oltre tre milioni l’anno, compreso d’Iva, imposta di registro e oneri condominiali. A denunciarlo, con un lungo comunicato, è il deputato Alberto Manca del Movimento Cinque stelle. «All’inizio della legislatura – scrive – l’assessore Cristiano Erriu – aveva promesso la drastica riduzione di quella spesa, ma non è stato così. Anzi, è aumentata». Secondo la ricostruzione del parlamentare, che cita le tabelle pubblicate sul sito della Regione e aggiornate alla fine dell’anno scorso, le cifre sono queste: «1,64 milioni per gli uffici centrali e 1,41 milioni destinati al pagamento dei canoni delle sedi periferiche del Corpo forestale». È proprio su questi che s’è incentrata l’attenzione di Alberto Manca. «Ci sono alcuni casi eclatanti che confermano come l’annunciata razionalizzazione non ci sia stata». Ad Alghero il Corpo forestale avrebbe una doppia sede: «La Regione paga in tutto 70mila euro l’anno per gli uffici distinti della sezione marittima e di quella terrestre». Poi, sempre secondo il parlamentare, sarebbero fuori mercato anche i canoni per gli uffici dello stesso Corpo forestale a Siniscola (35mila), Olbia (49mila) e Ittiri (21mila). «Tutti affitti – prosegue Manca – pagati anche dal 1990 ai privati, mentre non c’è stata nel frattempo neanche la preventiva ricerca di locali da adibire ad uffici tra gli immobili degli enti pubblici cui fanno capo le varie sedi». Per il deputato «l’attuale gestione è arrivata addirittura a questo paradosso: circa un anno fa a Bolotana, nonostante l’offerta di un locale da parte del Comune, è stata condotta un’indagine di mercato (poi risultata vana) per individuare un immobile da adibire a sede della stazione forestale. Altrove è andata anche peggio: due anni fa la sede della stazione forestale di Bortigiadas è stata chiusa per gravi carenze di sicurezza nei luoghi di lavoro, e il personale trasferito a Tempio, mentre il sindaco di Perfugas aveva messo disposizione gratis uno stabile». Per Alberto Manca: «L’assessore ha fallito su tutta la linea anche sulla promessa di ridurre la spesa degli affitti».