Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Scontro fra auto e moto: muore un dj

L’incidente vicino a Pula: la vittima aveva 32 anni e lavorava nei locali della costa

PULA. Tragica morte di un giovane motociclista di Villa San Pietro sulla statale 195, che si è scontrato vicino a Pula con un’auto che viaggiava in senso opposto. Si chiamava Christian Urru, avrebbe dovuto compiere 32 anni, era molto conosciuto soprattutto tra i giovani perché faceva il dj. Il ragazzo è morto sul colpo e quando è arrivato sul posto l’elisoccorso del 118 non c’era più possibilità di far qualcosa per lui. L’incidente è accaduto intorno alle 15,30 alla periferia di Pula, sulla Sulcitana. Per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della polizia locale di Pula, la moto del giovane, una potente Ducati, si è scontrata con una Fiat Idea che stava svoltando a sinistra per immettersi nel parcheggio del supermercato. L’auto è stata centrata sulla fiancata destra, il giovane centauro è stato proiettato in aria ed è ricaduto pesantemente sull’asfalto, perdendo il casco di protezione che però potrebbe essersi slacciato già al momento dell’urto al primo impatto con la fiancata della vettura. Sull’asfalto sono rimaste le tracce di una frenata di pochi metri, a documentare che il giovane centauro ha effettuato un tentativo in extremis di evitare lo scontro con l’auto che in quel momento si è trovato davanti.

Urru procedeva in direzione Cagliari sul lungo rettilineo della Sulcitana che scorre alla periferia dell’abitato di Pula, e di certo – come stabilito dal codice della strada - aveva il diritto di precedenza, mentre il conducente della Fiat Idea si sarebbe dovuto fermare anziché effettuare la svolta a sinistra. Sono tutti elementi che gli agenti della polizia locale hanno acquisito con i rilievi sul posto e consentiranno di stabilire eventuali responsabilità di parte. Con la tragedia stradale, la statale 195 è rimasta bloccata per quasi tre ore, fino alla conclusione dei rilievi e la rimozione della salma. «Ancora una volta i nostri volti sono rigati da lacrime di dolore per la perdita di una giovane vita», ha detto la sindaca Carla Medau, che ha annullato le manifestazioni previste ieri a Pula.(l.on)