Pesca abusiva dei ricci: la Regione parte civile contro chi depreda il mare

Dopo il sequestro tra Alghero e Bosa di 31 chili di uova ricavati da 25mila ricci pescati nel bel mezzo del fermo biologico

SASSARI. La pesca abusiva del riccio di mare potrebbe mettere a rischio il futuro della specie. Una minaccia che ha convito la Regione ad affrontare il problema di petto: «Siamo pronti a costituirci parte civile in eventuali processi a carico dei pescatori abusivi di ricci di mare - annuncia l'assessore regionale all'Agricoltura, Pier Luigi Caria -. La tutela dell'ambiente e delle specie che lo abitano è un dovere civico che dobbiamo impegnarci a mettere in atto per le generazioni che verranno».

La replica della Regione è arrivata dopo il clamoroso sequestro effettuato dalla Guardia di finanza nei giorni scorsi tra Alghero e Bosa: 31 chili di uova ricavate da più di 25mila ricci raccolti nel

bel mezzo del fermo biologico imposto dal ministero dell'Ambiente come limite invalicabile del rispetto della specie.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro