Alpinista sardo di 28 anni muore sul Cervino

Matteo Pes era figlio di un emigrato di San Vito. L’incidente è avvenuto a quota 3.700 metri

SAN VITO. Grande cordoglio e commozione anche a San Vito per la tragica scomparsa di Matteo Pes, 28 anni, precipitato domenica sul Monte Cervino mentre percorreva insieme a Francesco Sardelli, un carissimo amico con la sua stessa passione, il passaggio dell’Enjambeè a valle della Capanna Carrel, a quota 3.700 metri. A dare l'allarme è stato proprio l'amico e compagno di cordata che era con lui.

La vittima è figlio primogenito di Giuseppe, originario di San Vito, ex agente di polizia penitenziaria in pensione che si è stabilito ad Arezzo, dove risiede, dopo aver prestato servizio in diverse case circondariali della penisola. Matteo Pes aveva due grandi passioni: l’alpinismo e il calcio. Militava nella squadra della polisportiva “San Marco La Sella” di Arezzo che disputa il campionato di seconda categoria, girone L. I suoi compagni di squadra lo hanno salutato così: «Ciao Matteo, ti ricorderemo per sempre, per la tua voglia di lottare, per la tua voglia di vincere, per il tuo spirito di appartenenza, per il tuo sorriso».

Il padre di Matteo, la madre Laura Gamberini e il fratello minore Michele appena appresa la tragica notizia si sono precipitati a Zermat, una località di montagna, nel cantone vallese della Svizzera, dove è stata trasportata la salma dopo essere stata recuperata. La tragica morte ha posto fine ai sogni del ragazzo che gestiva un avviatissimo bed and breakfast ad Arezzo, oltre a essere iscritto alla facoltà di Storia di Firenze. Matteo Pes era ambizioso e non si poneva limiti. «È spostando il traguardo sempre più lontano che riesci a dare il massimo», aveva scritto nel suo profilo di Facebook, dopo aver scalato l’Himalaya dal versante del Nepal. Il suo obiettivo era riuscire a portare a casa anche la scalata del Cervino, ma una caduta gli è stata fatale.

La salma di Matteo Pes grazie anche all’interessamento della Farnesina
attraverso il consolato d’Italia a Ginevra, che si è adoperata per sveltire le pratiche, sarà rimpatriata nella giornata di oggi. I funerali saranno celebrati domani nel duomo di Arezzo.

A San Vito vive Giovanna Piras, la nonna paterna di Matteo e numerosi altri parenti.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro