Sardegna no-tax per i pensionati che si trasferiscono nell'isola

L'idea della Lega: così la ripopoliamo. L'Anci: "Pensiamo ad evitare la fuga dei giovani"

SASSARI. L’idea non è originalissima, visto che da altre parti (Portogallo per esempio) lo fanno già e anche in Sardegna qualcuno ci aveva già pensato: l’ipotesi di ripopolare i piccoli paesi con i pensionati di altre regioni o nazioni è contenuta in due proposte di legge, una firmata da Giuseppe Ciccolini, sindaco di Bitti, l’altra dai Riformatori.

Questa volta, a rilanciare l’idea del paradiso fiscale nell’isola è la Lega, con il progetto “Zes-Aas”. Che tradotto significa “Alta accoglienza sociale nelle zone economiche speciali”, quelle cioè che per la loro condizione economica difficile beneficiano di incentivi. Come la Sardegna.

La triade. La nostra isola rientra nella triade individuata dal governo giallo verde, che comprende anche la Sicilia e la Calabria. Il piano prevede zero tasse per dieci anni per i pensionati che decideranno di trasferirsi nei paesi a rischio spopolamento: dovranno stabilire la residenza e viverci per almeno 6 mesi e un giorno all’anno.

Spazio ai giovani. "La prima cosa da fare _commenta il presidente dell'Anci Emiliano Deiana _ è mantenere qui i nostri giovani. La Lega potrebbe pensare di finanziare in maniera più consistente il programma di Resto al sud e di estenderlo

anche agli over 35". Necessario evitare la fuga delle famiglie".

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro