Elisoccorso, Corda (M5s): «È solo propaganda»

Il deputato: servizio inadeguato. Cappellacci, Fi, attacca Arru. La replica: già effettuati 250 interventi

SASSARI. Continua la polemica sull’elisoccorso che, anzi, si è addirittura amplificata. Tra gli accusatori ha trovato posto anche la deputata del Movimento 5 stelle Manuela Corda: «In questi due mesi abbiamo assistito ad un uso propagandistico dell’elisoccorso e, nonostante i protocolli di attivazione siano molto rigidi, l’alto numero degli interventi effettuati non può essere considerato l'unico parametro di efficacia per dimostrarne il successo, perché all'appello mancano ancora efficienza e sostenibilità, ragioni oggetto di un mio esposto alla corte dei conti – osserva ancora la parlamentare pentastellata –. È inaccettabile che questo tema sia trattato con tale sufficienza perché nonostante si sia avviato il nuovo servizio, cosa di cui ci siamo sempre comunque rallegrati, pur strappandolo alla competenza ed esperienza dei vigili del fuoco e nonostante le ingenti risorse investite, ancora mancano le basi: non ci sono siti certificati Enac per gli atterraggi notturni, tanto più presso gli ospedali, esattamente come avevamo riferito, con l'unica eccezione di La Maddalena, recentemente adeguata ma non ancora certificata». Tra i contestatori c’è anche l’ex presidente della Regione, Ugo Cappellacci, adesso deputato di Forza Italia: «Dopo l’ennesima figuraccia aspettavamo le sue dimissioni e invece l’assessore si diverte a cinguettare – attacca Cappellacci –. Ha chiuso in un cassetto un modello pronto a partire per adottare un sistema con tre basi, che costa molti milioni in più ogni anno, che copre meno territorio e in tempi più lunghi. In più ha collocato le basi negli aeroporti: questo significa che, se deve decollare o atterrare un aereo, l’elicottero aspetta. Ha propinato una serie di bufale sui voli notturni, sulle basi e sull’efficienza che ogni giorno vengono smentite dai fatti, purtroppo avvenuti sulla pelle dei cittadini. Continua a parlare dei cinque anni precedenti, ma i suoi cinque anni sono finiti e lui si è assunto la grave responsabilità mettere in scena una macchina che costa molto di più e che oggi viene inviata perfino dove sarebbe più rapido mandare un’ambulanza, pur di fare numeri e comunicati da propinare alla stampa. Chi pagherà – ha concluso Cappellacci – tutto questo?».
La replica dell’assessore Luigi Arru è arrivata a mezzo Twitter: «Hai congelato 40 milioni di euro della Asl 4 di Lanusei per 5 anni e pontifichi? Noi non giochiamo con persone, dal 1 luglio sono stati effettuati 250 interventi con l’AW139 uno migliori elicotteri al mondo».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro