Il trenino verde si ferma per manutenzioni

La Cgil: il servizio cancellato in tutta l’isola. Ma l’Arst: solo la Tempio-Palau per interventi programmati

SASSARI. La Cgil lancia l’allarme: i trenini verdi sono tutti fermi. Ma l’Arst rassicura: stop solo alla tratta Sassari-Tempio-Palau per interventi di manutenzione programmati da tempo. Nei mesi scorsi il segretario della Filt Cgil, Arnaldo Boeddu, aveva manifestato la sua preoccupazione per le prescrizioni dell’Ansf - Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria - sul servizio turistico del trenino verde in Sardegna. «Quelle preoccupazioni ora si stanno concretizzando – dice Boeddu –. Da oggi tutti i treni turistici previsti nel calendario e quelli richiesti a noleggio da tour operator e da gruppi turistici sono stati tutti cancellati. Ancora non si conoscono nel dettaglio le motivazioni ma è possibile che l’Ansf non abbia concesso ad Arst una deroga per poter continuare a effettuare i treni turistici. Servizio che viene svolto con velocità massime di 35 chilometri orari e in totale sicurezza. Inoltre – sottolinea sempre Boeddu – parliamo di ferrovie non interconnesse con il resto dei tracciati gestiti dalle Ferrovie dello Stato, ovvero Trenitalia. Pertanto è ancor più incomprensibile una simile imposizione da parte di Ansf visto che non vi è alcun problema legato alla sicurezza». Per queste ragioni il numero uno regionale della Filt Cgil annuncia di attivarsi immediatamente anche con la struttura nazionale per cercare di rimuovere gli ostacoli che hanno portato Ansf a decidere in tal senso. «Ancora una volta chiediamo ad Arst, Regione e assessorati ai Trasporti e al Turismo di attivarsi per trovare le risorse necessarie e regolarizzare i tracciati dei trenino turistico così come richiesto da Ansf in tempo per l’inizio della prossima stagione turistica».

Le preoccupazioni di Boeddu però non trovano riscontro nel calendario del trenino verde da qui a ottobre. «Non sono stati soppressi tutti i treni, ma sono stati cancellati solo quelli della linea Sassari-Tempio-Palau – spiega il direttore dell’Arst Carlo Poledrini –. Un intervento programmato da tempo, dopo che lo scorso 9 agosto su quella tratta si era registrato uno svio, ovvero l’uscita del treno dai binari. Non c’era stata nessuna conseguenza, ma era un fatto da denunciare a tutti gli effetti. I tecnici hanno valutato la situazione e hanno permesso di proseguire, in attesi degli interventi di manutenzione. Ora l’organismo di vigilanza nazionale ha disposto la sospensione proprio per realizzare questi interventi specifici che già dovevano essere effettuati a
fine stagione. Possiamo dire che per quella tratta la chiusura è stata anticipata di qualche settimana. Le altre tratte funzioneranno regolarmente fino alla fine della stagione». E dunque nessuna novità sul calendario delle tratte Macomer-Bosa, Mandas-Laconi, Mandas-Sadali, Arbatax-Gairo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller