Casellati: insularità, vigileremo sull’iter

La presidente del Senato ha incontrato i promotori della proposta di legge

ROMA. «La consegna in Senato della proposta di legge sull’insularità sostenuta da 100mila firme non è la fine ma l’inizio di una battaglia che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi». Lo dicono i Riformatori sardi, all’indomani del deposito della proposta di iniziativa popolare che ha visto mobilitato tutto il partito per mesi e non solo in Sardegna, ma in tutte le regioni italiane. Tra l’altro, gli uffici del Senato seguiranno da vicino l’iter della proposta di legge: è quanto emerso dall’incontro con la presidente di Palazzo Madama, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e una rappresentanza del comitato promotore per l’insularità: il senatore Emilio Floris (Forza Italia) che ha organizzato il colloquio, il consigliere regionale Michele Cossa (Riformatori) e l’ex senatore Luciano Uras (Campo progressista). L’impegno per la raccolta delle firme è stato trasversale, spiega Cossa «e assieme ad altre associazioni e forze politiche siamo riusciti a coinvolgere migliaia di persone non solo in Sardegna ma in tutta Italia».

Importantissimo, dice il coordinatore regionale dei Riformatori, Pietrino Fois, «è stato l’apporto degli emigrati sardi e della Fasi che con i suoi circoli sparsi nelle diverse regioni italiane ha consentito di dare a questo progetto una spinta decisiva. Lo stesso vale per l’associazione dei Comuni delle Isole Minori e di tutte le associazioni che assieme a noi hanno organizzato tavolini, banchetti, feste e manifestazioni a sostegno della proposta di legge». Lo stesso Fois esprime preoccupazione perché su 260 proposte di legge di iniziativa
popolare presentate ne sono state approvate 3. E delle 260, 125 non sono mai state nemmeno discussione. «È un dato molto preoccupante e allarmante. Confidiamo nel buon senso di tutte le forze politiche rappresentate in parlamento affinché i Sardi ottengano un diritto che gli è dovuto».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community