Sassari-Olbia, deviazione a Berchidda: il sindaco attacca Balzarini

Nieddu: l’assessore sapeva tutto, allora era direttore generale ai Lavori pubblici. E insiste sulla necessità di sospendere il provvedimento: causerà molti danni

INVIATO A BERCHIDDA. Il sindaco ora vuole una risposta. Andrea Nieddu attacca la Regione e pretende che da Cagliari arrivi un sì oppure un no «La Regione, che sapeva tutto fin dal principio, ora ci deve dire se questa deviazione si deve o non si deve fare». La domanda riguarda naturalmente la decisione di deviare il traffico del Lotto 5 della Sassari–Olbia sulla strada provinciale 199, tra Monti e Berchidda. Andrea Nieddu, che è il sindaco di Berchidda, un paese che è sceso in trincea contro la deviazione che congestionerebbe il traffico dell’arteria utilizzata soprattutto dagli allevatori della zona, assiste da qualche giorno a una sfilata di posizioni a suo dire contraddittorie. E così nel mirino di Nieddu ci finisce innanzitutto l’assessore ai Lavori pubblici Edoardo Balzarini, che aveva spiegato che esistono dei dubbi sulla sicurezza lungo la 199.

«L’assessore non può far finta di aver appreso solo ora della deviazione – attacca Nieddu –. Perché sappiamo benissimo che la decisione era stata presa nel 2014 e definita nel 2015. Balzarini ai tempi era direttore generale dei Lavori pubblici ed era a conoscenza della proposta di deviazione che è stata poi approvata dalla Provincia nel marzo del 2015». Il sindaco non vuole la deviazione del traffico sulla provinciale 199, che dovrebbe scattare la prossima settimana per la durata di circa un anno: «Causerebbe una lunga serie di danni».

Ma allo stesso tempo, visto che in paese è stato più o meno velatamente accusato di non essersi realmente opposto alla deviazione, ci tiene a fare chiarezza. E così partono le critiche nei confronti sia di Balzarini che di Bastianino Sannitu, sindaco fino al 2015 ed ex commissario della Sassari–Olbia, pure lui critico rispetto alla deviazione.

«Gli unici atti contro la deviazione sono quelli adottati dal Comune nel 2018 – spiega Nieddu, per poi riferirsi chiaramente a

Balzarini e a Sannittu –. Gli atti del 2014 e del 2015 parlano chiaro. È davvero possibile pensare che non ne sapessero niente? Ora vogliamo risposte. E se la Regione dice no alla deviazione, ci deve anche spiegare quale sarà l’alternativa. Le strade complanari con espropri?».
 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller