Bandi videosorveglianza, c’è la proroga

L’Anci ottiene dalla Regione il rinvio della scadenza al 7 dicembre

CAGLIARI. L’Associazione dei Comuni ha chiesto una proroga dei termini per le domande e la Giunta regionale l’ha accontentata: su proposta dell’assessore degli affari generali Filippo Spanu, ci sono altre tre settimane, sino al prossimo 7 dicembre, per la presentazione delle domande finalizzate alla realizzazione delle nuove reti per la videosorveglianza. La scadenza era originariamente prevista il 16 novembre.

Si tratta della seconda fase del progetto promosso dalla Regione che prevede la copertura di tutti i comuni della Sardegna con il nuovo sistema di monitoraggio e controllo per un investimento di circa 20 milioni di euro che si aggiungono ai 7 milioni stanziati per la prima fase dell’intervento.

«L’obiettivo – spiega Spanu, invitando le amministrazioni ad accelerare le procedure – è dotare tutti i centri di una efficiente rete di videosorveglianza allo scopo di prevenire episodi che violano i principi su cui si basa la civile convivenza». Accolto anche la richiesta della Città Metropolitana di Cagliari per la presentazione della domanda di contributo come aggregazione di Comuni. Sinora sono 120 su 267 i Comuni che hanno già inoltrato la domanda, redatta esclusivamente
on line. Il 19 novembre il nuovo bando per le reti di videosorveglianza sarà presentato a Nuoro nel corso di un incontro in programma, con inizio alle 16, nella sala della Provincia. Analoghe iniziative si sono svolte, nei giorni scorsi a Sassari e a Cagliari. (a.palm.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community