occupazione 

Ex Ati-Ifras, prosegue il piano di ricollocazione dei lavoratori

CAGLIARI. Prosegue il piano di ricollocazione dei lavoratori ex Ati-Ifras. Una delibera approvata ieri dalla Giunta ha definito alcuni aspetti ancora aperti, in particolare viene riconosciuto il...

CAGLIARI. Prosegue il piano di ricollocazione dei lavoratori ex Ati-Ifras. Una delibera approvata ieri dalla Giunta ha definito alcuni aspetti ancora aperti, in particolare viene riconosciuto il disagio sostenuto per il differito reinserimento nei progetti occupazionali; ed è espressamente prevista la necessità di ricorrere alla flessibilità organizzativa e dell’orario di lavoro. L’assessore degli affari generali Filippo Spanu ringrazia i partecipanti al tavolo partenariale «per aver contribuito a raggiungere l’importante risultato di garantire a tutti i lavoratori l’inserimento nei progetti occupazionali e in alternativa l’esodo incentivato». «Abbiamo coraggiosamente messo in ordine una situazione molto critica di cui ci siamo fatti carico e stiamo onorando gli impegni assunti con le parti sociali – dice l’assessora del lavoro, Virginia Mura (foto) – Stiamo realizzando un piano di sviluppo economico e, soprattutto, stiamo dando un futuro ai lavoratori. Utilizzeremo al meglio la loro esperienza e le loro competenze per valorizzare la ricchezza delle risorse ambientali, storiche, culturali e turistiche di importanti aree». L’assessore degli enti locali Cristiano Erriu sottolinea che «l’intervento ha una grande utilità per i Comuni ai fini del completamento delle iniziative già avviate nei campi archeologico e ambientale».
L’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras, mette in risalto il ruolo avuto da Igea, la società in house della Regione «è stata la prima a fare le selezioni per il personale, ad assumere i lavoratori e a impiegarli nei diversi cantieri nei territori del Parco Geomineario».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community