Aspettativa di vita, la Sardegna tredicesima in Italia

Sorpresa dalla ricerca Istat-Corriere della sera: invecchiamento minacciato da redditi bassi e sanità in crisi

SASSARI. Se si dovesse chiedere ai sardi quale sia la regione italiana in cui si vive più a lungo, la risposta sarebbe praticamente univoca: la Sardegna. Purtroppo, però, sarebbe sbagliata. Anche l’idea di vivere nella terra in cui è più probabile invecchiare nel migliore dei modi è destinata ad essere cancellata. Non solo l’isola non è sul podio ma non è nemmeno tra le prime dieci regioni italiane.

I sardi si devono accontentare di un tredicesimo posto che sembra fare a cazzotti con lo stereotipo della terra dove tutti possono diventare centenari. Invece l’aspettativa di vita in Sardegna è di “appena” 82,645 anni contro gli 83,571 del Trentino Alto Adige, la regione in cui un bambino appena nato potrebbe ambire a diventare un tranquillo ultraottantenne avendo molte più possibilità di centrare l’obiettivo rispetto a un coetaneo sardo. Per dare i crismi di ufficialità della ricerca è sufficiente citare la fonte dei dati, l’Istat, e gli autori della ricerca pubblicata

sul Corriere della Sera, l’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community