Forestas, il governo impugna la legge

Un “abuso di competenze” il passaggio di 4000 in Regione: deciderà la Consulta

CAGLIARI . Il Governo ha impugnato la legge del Consiglio regionale per il passaggio d’ufficio degli oltre quattromila dipendenti dall’Agenzia Forestas al contratto unico della Regione. Secondo Palazzo Chigi, con quella decisione sarebbe stato «commesso un abuso di competenze», perché «la prerogativa sulla contrattazione del personale dell’amministrazione pubblica è di stretta competenza dello Stato». Insomma, per il Governo non è possibile il passaggio diretto da un contratto, quello dei forestali, a un altro senza il rispetto di «quelle che sono le norme previste dal codice civile e la cui competenza è solo dello Stato». Per lo stesso motivo il Governo ha impugnato anche l’articolo che ipotizza la stabilizzazione degli stagionali di Forestas con il passaggio nel «sistema unico dei dipendenti regionali».

La presa di posizione del Governo rischia così di bloccare la legge e quindi anche i trasferimenti fino a quando il contenzioso non sarà risolto dalla Corte. E quindi i tempi sono destinati ad allungarsi, non si sa fino a quando. Non solo: se un domani la Regione, che ora dovrà replicare alle contestazioni del Governo, dovesse soccombere in giudizio tutta la partita su Forestas ritornerebbe in discussione nella prossima legislatura del Consiglio regionale. Lo stop da parte di Roma, secondo alcune indiscrezioni, era comunque nell’aria e s’è materializzato mercoledì al termine della riunione del Consiglio dei ministri.

Sembra che la legge continui a vivere sotto una cattiva stelle anche dopo diversi mesi dal via libera. A novembre era stata approvata dai consiglieri regionali fra mille polemiche e diverse spaccature tra i sindacati e nella stessa maggioranza di centrosinistra. Fu comunque licenziata, a suo tempo, con un abbondante voto bipartisan motivato così: «Mettiamo fine a un’ingiustizia che dura da troppo tempo. Questo passaggio dal contratto dei forestali a quello dei dipendenti regionali è dovuto, atteso e necessario per rilanciare anche l’efficienza di Forestas».

Quattro del Pd, che al momento del voto si erano astenuti, e lo stesso assessore al personale Filippo Spanu avevano allora lanciato l’allarme sul fatto che la legge potesse incorrere negli strali del Governo proprio perché «non blindata, come sarebbe dovuto esserlo, sul passaggio dei forestali in un organico, quello della Regione, dove non è prevista
quella categoria». Così è stato e il Governo, sollecitato dal ministero degli Affari regionali, l’ha impugnata. Da vedere come la Regione replicherà quando sarà chiamata in giudizio davanti alla Consulta, ma il trasloco in massa di 4 mila dipendenti ritorna comunque a essere in forse.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community