Caso province, la Gallura e Sassari sperano

Domani il Consiglio si riunisce per l’ultima seduta. Il Pd è spaccato: possibili maggioranze trasversali

CAGLIARI. Domani mattina, ma potrebbe slittare al pomeriggio, il Consiglio regionale ritornerà ad occuparsi dal caso, o forse sarebbe meglio scrivere il caos, delle Province da resuscitare e della possibilità che possa nascere anche la Città metropolitana di Sassari. Sul tappeto, come si sa, dovrebbe esserci solo la proposta di legge trasversale portata avanti dai consiglieri regionali galluresi (Giuseppe Meloni, Pierfranco Zanchetta, Giuseppe Fasolino e Giovanni Satta) ma anche gli altri territori si sono accodati per sfruttare il momento. Ed è proprio questa confusione ad aver scatenato, martedì scorso in aula, la clamorosa spaccatura all’interno della maggioranza di centrosinistra e in particolare del Pd. Stando alle ultime indiscrezioni lo scontro in atto fra i Dem della Gallura e quelli dell’Ogliastra, del Sassarese e il gruppo dei Campidanesi non dovrebbe essere rientrato nonostante i vari tentativi di mediazione. Stando così la situazione, è probabile che domani la seduta si concluda con un nulla di fatto e quindi non ci sarà più tempo – sarà quella l’ultima seduta di questa legislatura – per riesumare nessuna delle vecchie Province regionali. A meno che l’opposizione di centrodestra non sfrutti le altrui contrapposizioni e scenda in campo per sostenere
la Provincia della Gallura o del Nord-Est. Se così fosse. all’ultim’ora potrebbe avere una chance anche la Città metropolitana di Sassari. Il motivo? Forza Italia ha presentato un emendamento perché sia riconosciuta e lungo strada potrebbe trovare i voti decisivi per il via libera.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare