Continuità territoriale, Alitalia si aggiudica tutte le rotte

Il vettore nazionale, in via provvisoria, gestirà tutte i sei collegamenti da Alghero, Olbia e Cagliari per Roma e Milano

SASSARI. Sono state aperte stamane le buste per l'assegnazione delle sei rotte in continuità territoriale per i tre aeroporti sardi. Ad aggiudicarsele, in via provvisoria, è Alitalia. Ora la commissione dovrà valutare l'offerta economica e la regolarità della documentazione. Alghero, Olbia e Cagliari saranno quindi collegate con Roma e Milano dal vettore nazionale.

Soddisfatta la reazione della compagnia. «Un grande risultato che conferma l'attenzione della nostra compagnia per la Sardegna, da sempre territorio strategico per il network di Alitalia». Parole dello Chief Business Officer, Fabio Maria Lazzerini, a commento dell'aggiudicazione ad operare in esclusiva sulle sei rotte oggetto del bando di continuità territoriale da e per la Sardegna.

«Alitalia continua a investire sull'isola per rispondere in modo adeguato alle esigenze di cittadini e imprenditori sardi, ma anche per promuovere il più possibile il turismo in Sardegna, come dimostra l'investimento fatto sulle rotte da e per Olbia. Il nostro obiettivo - aggiunge - è quello di avvicinare sempre più l'isola al resto d'Italia e all'Europa, offrendo ai viaggiatori sardi, attraverso l'hub di Roma Fiumicino, la possibilità di raggiungere tutte le nostre destinazioni nazionali e internazionali».

Con questo importante investimento, si legge nella nota, Alitalia garantirà dal prossimo 17 aprile i collegamenti Cagliari-Roma Fiumicino, Cagliari-Milano Linate, e viceversa;

Olbia-Roma Fiumicino, Olbia-Milano Linate, e viceversa; Alghero-Roma Fiumicino, Alghero-Milano Linate, e viceversa. I biglietti dei voli in continuità territoriale saranno messi in vendita non appena l'iter per l'assegnazione delle 6 rotte da parte della Regione Sardegna sarà completato.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare