movimenti a sinistra 

Il Partito comunista di Rizzo: anche noi in corsa nell’isola

SASSARI. Ai sette candidati alla presidenza della Regione potrebbe aggiungersene un ottavo. Il nome non c’è, ma il 24 febbraio il Partito comunista sarà in corsa alla regionali. E lo sarà fuori dal...

SASSARI. Ai sette candidati alla presidenza della Regione potrebbe aggiungersene un ottavo. Il nome non c’è, ma il 24 febbraio il Partito comunista sarà in corsa alla regionali. E lo sarà fuori dal centrosinistra. Ad annunciarlo è il segretario nazionale Marco Rizzo, l’ex parlamentare cossuttiano che ha rifondato il partito che si richiama al vecchio Pci. «Alle prossime elezioni amministrative il Partito Comunista sarà presente col proprio simbolo in modo autonomo e indipendente. Come stabilito dai nostri organismi dirigenti e dalle stesse norme statutarie, alle elezioni amministrative che si svolgeranno nel 2019. A partire dalla Sardegna, a febbraio, il Partito Comunista lavorerà per presentare orgogliosamente il proprio simbolo in modo totalmente autonomo e indipendente. Laddove non si riuscisse a raggiungere il risultato a causa di indecenti leggi elettorali frutto di un vero e proprio furto di democrazia, escludiamo categoricamente il ricorso a qualunque alleanza di pseudo-sinistra con tutte le forze che in questi anni hanno contribuito all’affossamento degli ideali, delle lotte e delle conquiste del movimento operaio in Italia». Questo il comunicato di Rizzo, arrivato ieri sera quando era già scaduto il termine per presentare i simboli. Quello del Partito comunista però non risulta
depositato. Possibile, dunque, che il Pc di Rizzo possa fare parte di quella Sinistra sarda che, a sorpresa, ieri ha invece depositato il 26esimo logo. Un movimento di cui fanno parte Rifondazione, Comunisti italiani e gli ex Sinistra Italiana contrari all’appoggio a Zedda.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare