Elezioni regionali, il sondaggio: Solinas avanti, cresce Zedda

Indagine preelettorale Swg per La Nuova Sardegna: il candidato di centrodestra al 33-37 per cento, il sindaco di Cagliari al 29-33 per cento, Desogus (M5S) terzo. Le variazioni in tre mesi. Tra i partiti il M5s stimato al 23,5 per cento, la Lega al 14,6 per cento, il Pd al 12,6 per cento e FI al 6,3 per cento

leggi anche:

Zedda
recupera su Solinas e stacca anche il candidato governatore dei 5 Stelle Francesco Desogus, in calo sui consensi. Gli altri restano a distanze siderali, tagliati di fatto fuori dalla possibilità di vincere. Il potere logora. Impossibile non notare come non si arresti la caduta dei due ex partiti egemoni. Il Pd e Forza Italia continuano a perdere consensi. I Dem scendono ancora, dal 14,8 per cento delle Politiche scivolano al 12,6. Ma se paragonati al disastro Azzurro possono festeggiare. Fi passa dal 18,5 delle Regionali del 2014 al 14,8 delle Politiche, al 6,3 del sondaggio. Una emorragia inarrestabile. Un dato che segna in modo evidente la crisi dei due partiti che negli ultimi dieci anni hanno guidato il Paese e la Regione. Ma c'è un altro dato che deve far riflettere. I primi due partiti nel 2014 non si sono presentati alle Regionali, o quasi. I 5 Stelle hanno il 23,5 per cento. La Lega il 14,6 per cento. Ma le due anime del governo gialloverde disegnano due parabole differenti.

Sul giornale in edicola e nella sua versione digitale quattro pagine dedicate alle elezioni regionali

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community