Allerta meteo sull’isola in arrivo maestrale e neve

Avviso della protezione civile sino alle 24 di oggi, problemi specie nel centro nord Temperature fino a meno 8 gradi nel Nuorese. Domani il termometro risale

SASSARI. La settimana in corso si conferma all’insegna del maltempo, sulla scia della precedente. E dalle 14 di ieri sino alla mezzanotte di oggi è in vigore una nuova allerta per l’isola, dove sono previsti neve, vento forte e mareggiate. Le previsioni hanno portato il dipartimento della Protezione civile regionale a diramare un avviso di condizioni meteorologiche avverse: sono infatti attese nevicate dai 500-600 metri sulla Sardegna settentrionale e centrale, dove in parecchi casi è ancora presente una coltre bianca, specie nel Nuorese e sul Limbara; si prevedono venti forti da nord-ovest, prevalentemente sui settori occidentale e settentrionale. Burrasca lungo le coste settentrionali e localmente su quelle occidentali.

Ieri c’è stato il previsto crollo delle temperature, che hanno fatto registrare il picco minimo di -8 gradi nel Nuorese, con il conseguente insorgere del pericolo rappresentato dalle strade ghiacciate. È quanto ha fatto sapere la polizia stradale attraverso Facebook, consigliando «la massima prudenza». Problemi in particolare ulla strada statale 389 var Nuoro-Lanusei, dove gli operatori Anas hanno provveduto allo spargimento del sale e dove sono stati segnalati nonostante ciò tratti ghiacciati soprattutto in corrispondenza dei cavalcavia. Stessi rischi anche per chi percorreva la statale 128 da Sorgono a Gavoi in prossimità del valico S'isca de sa mela e San Pietro. Ed è stato possibile transitare sulle provinciali Fonni-Desulo e Tascusí-Tonara solo per chi montava pneumatici da neve.

Il sito specializzato nel meteo Sardegna Clima onlus ha spiegato che il miglioramento atteso per la giornata di ieri era solo temporaneo. «Sono infatti attese due nuove perturbazioni, che caratterizzeranno il tempo fino al weekend». Una è appunto quella in arrivo oggi: «Una nuova saccatura atlantica, a carattere freddo farà il suo ingresso sul Mediterraneo, apportando precipitazioni diffuse, con neve che nel pomeriggio-sera cadrà fino a 6-700 m» spiega Dario Secci.

La seconda parte della settimana vedrà,
da domani «un nuovo peggioramento, stavolta a carattere mite: è infatti atteso il ritorno del libeccio, con nuove piogge e temporali». Si prevede però un «importante incremento delle temperature, che si porteranno sopra lo zero anche sulle cime più alte dell'Isola». (a.palm.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community