L’isola fa il pieno di fiere e diversifica la sua offerta

L’assessorato guidato dalla Argiolas porta gli operatori in giro per l’Europa  In vetrina in Germania, Olanda, Spagna e Portogallo le proposte per il 2019

CAGLIARI. L’isola come una turista in giro per l’Europa con l’obiettivo di farsi conoscere e promuovere la destinazione Sardegna come qualcosa di speciale e che merita attenzione da parte di flussi turistici sempre più selettivi e destinati a crescere. Turismo attivo, l’outdoor, quello enogastronomico, il turismo culturale, i borghi, i cammini religiosi e minerari: si tenta di diversificare nella proposta, nella consapevolezza che è l’unica strada per essere competitivi. «Tutti segmenti al centro delle azioni del Piano strategico del turismo affinchè diventino effettivi attrattori di vacanza» spiega l’assessora al turismo, Barbara Argiolas.

Così, per l’assessorato regionale le prime settimane del 2019 sono state caratterizzate dalla partecipazione a un buon numero di fiere specializzate e dall’organizzazione di eventi promozionali con Unioncamere Sardegna. «Stiamo portando nei mercati europei di riferimento come la Germania o in ascesa come Spagna e Portogallo – dice la Argiolas – l’isola e ciò che può offrire non solo in estate ma in ogni periodo dell’anno. Continuiamo un grande sforzo di promozione e comunicazione per consolidare i segnali molto positivi che abbiamo avuto dai mesi primaverili e autunnali dai viaggiatori stranieri, curiosi di conoscere la Sardegna più autentica».

A Porto, in Portogallo, si è svolto il primo evento 2019 organizzato nell’ambito dell’accordo di collaborazione con UnionCamere: il 18 gennaio, davanti a 40 tra giornalisti specializzati, operatori turistici e agenti di viaggio, si è tenuta una presentazione della destinazione; c’era anche l’aeroporto di Cagliari, che ha presentato il collegamento col capoluogo sardo. Il seguito sarà un educational tour in Sardegna. Il 5 febbraio si replica a Berlino con una analoga iniziativa, ci sarà l’aeroporto di Olbia.

E poi le fiere del turismo: dal 9 al 13 gennaio l’assessorato è stato presente alla fiera Vakantiebeurs di Utrecht (Olanda), con uno spazio espositivo nello stand Enit. Erano accreditati 19 operatori dell’offerta sarda appartenenti alle categorie hotel, camping e villaggi turistici, consorzi turistici, società di servizi e la Faita (l’associazione dei gestori di camping). In Germania, a Stoccarda, dal 12 al 20 si è svolta la Cmt (Caravan Motor Touristik), dedicata al turismo del tempo libero e al turismo individuale e per famiglie, dove, nello spazio di 120 mq dell’assessorato, erano accreditati 23 operatori sardi.

Il 18 e 19 gennaio ad Assisi sono state presentate l’offerta e le prospettive del turismo religioso in Sardegna al Simposio Euro-mediterraneo “Verso un’identità del turismo religioso” organizzato dalla Cei. Dal 19 al 27 sono stati nautica e diving al centro dell’attenzione alla Boot di Dusseldorf, in Germania: particolare curiosità ha destato la presenza del modellino di Luna Rossa a pubblicizzare la presenza a Cagliari della base del Challenger della Coppa America e la partenza dal capoluogo delle America’s Cup World Series.

Infine, dopo anni di assenza, dal 23 al 27 gennaio la Regione è tornata alla Fitur di Madrid, in Spagna, con 18 operatori. Da
ieri al 3 febbraio tocca alla fiera Fespo di Zurigo(Svizzera), con 16 operatori; negli stessi giorni, per la prima volta l’isola partecipa alla fiera Itinerando di Padova, dedicata al cicloturismo, nel corso della quale viene presentata la rete ciclabile sarda. (a.palm.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller