Prezzo troppo basso, i pastori buttano via il latte: la protesta dilaga su Facebook

Diversi pastori stanno realizzando e diffondendo video in cui vengono ripresi mentre si liberano del latte prodotto nelle loro aziende pur di non cedere a un prezzo non ritenuto equo. L’azione è accompagnata dall’hashtag “#Uniticonnando”

SASSARI. La protesta contro il crollo del prezzo del latte viaggia sul web. Diversi pastori, infatti, stanno realizzando e diffondendo video in cui vengono ripresi mentre si liberano del latte prodotto nelle loro aziende pur di non cedere a un prezzo non ritenuto equo. L’azione è accompagnata dall’hashtag “ #Uniticonnando ” che riprende il nome del primo pastore che si è ribellato agli industriali del latte, preferendo gettare il frutto del lavoro piuttosto che venderlo a un prezzo non adeguato. “Perché il latte rappresenta la nostra dignità, quella dei miei familiari e dei miei avi – spiega uno dei pastori che ha aderito alla protesta -. Preferisco buttarlo piuttosto che regalarlo a carogne che ci stanno strappando la dignità”.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller