Rivolta del latte: i pastori bloccano la 131 all'altezza di Giave, lunga fila di auto in entrambi i sensi

Altri blocchi stradali nel Nuorese e in Ogliastra, a Cardedu e a Orotelli, automobilisti solidali

SASSARI. Non si placa la protesta dei pastori sardi, sul piede di guerra da alcuni giorni per il prezzo del latte venduto alle aziende ad un costo ritenuto troppo basso (circa 60 centesimi). Anche questa mattina 9 febbraio, dopo le proteste di ieri, la rabbia degli allevatori si è riversata sulle strade, prima sulla 131, poi, nel corso della mattinata, la protesta è dilagata anche in altre zone della Sardegna. Come in Ogliastra, a Cardedu, lungo la statale 125 o a Thiesi, dove il caseificio Pinna è stato danneggiato negli uffici e nel punto vendita, mentre a 500 metri una cisterna da 30mila litri contenente siero veniva svuotata in strada.

Sulla 131 a Giave i manifestanti hanno bloccato il traffico in entrambe le direzioni. Molte auto sono state fermate, gli automobilisti hanno solidarizzato con gli autori della contestazione.

In Ogliastra sono stati una settantina i pastori sulla 125, chiusa al traffico dal km 90 al km 96. All'altezza del bivio per Cardedu i manifestanti hanno sversato migliaia di litri di latte in strada. Chiusa anche la Ss 129 Nuoro-Macomer, al km 62 nel bivio per Orotelli. La protesta si è accesa anche a Mamoiada, dove un'ottantina di allevatori provenienti anche da Orgosolo e Fonni ha gettato il latte in piazza, all'uscita del paese. In tutte le sedi della protesta sono presenti i carabinieri e la polizia di Stato.

L'episodio più grave a Thiesi dove alcuni pastori hanno lanciato i contenitori contro le finestre del caseificio Pinna e ne hanno rotte due, poi hanno versato latte negli uffici e nel punto vendita, danneggiando anche un computer.

Una dimostrazione è stata fatta a Lu Bagnu, sulla strada Castelsardo Santa Teresa, dove alcuni pastori hanno rovesciato latte sulla carreggiata bloccando il traffico per qualche minuto.

La protesta è arrivata anche ad Assemini: un gruppo di pastori ha sistemato le auto davanti ai cancelli del Cagliari calcio, minacciando di non far partire la squadra per Milano se non avessero potuto parlare con giocatori e dirigenti

Protesta dei pastori, latte buttato a Lu Bagnu sulla strada Castelsardo Santa Teresa di Gallura Castelsardo. I pastori si sono dati appuntamento a Lu Bagnu nei pressi di Castelsardo lungo la strada per Santa Teresa di Gallura. Lo stesso copione di tutta la Sardegna, da Cardedu a Mamoiada, da Thiesi a Fonni: i pastori si sono disposti lungo la strada in modo da bloccare il traffico, hanno aperto i bidoni e hanno gettato il latte in mezzo alla carreggiataLEGGI ANCHE Rivolta del latte

Rivolta del latte in Sardegna: gli industriali non vogliono pagare il giusto prezzo, ai pastori servirebbe la zona franca Thiesi. Solidarietà ai piccoli allevatori in lotta per spuntare un miglior prezzo sul latte oggi fermo a 60 centesimi per litro contro l'euro e 10 centesimi stimato come prezzo necessario per coprire i costi e avere un minimo di ritorno economico. Alla protesta hanno partecipato anche cittadini non coinvolti nel lavoro pastorale. Davanti ai cancelli del caseificio Pinna, una delle più grandi industrie casearie dell'isola, arriva il suggerimento ai pastori di puntare ad avere la zona franca che "proteggerebbe" il prodotto sardo dall'importazione di altro latteLEGGI ANCHE Rivolta del lattevideo di Ivan Nuvoli

La protesta dei pastori, cisterna da 30mila litri bloccata e svuotata alle porte di Thiesi Thiesi. Una cisterna da 30mila litri è stata bloccata e svuotata alle porte di Thiesi. E' successo a 500 metri dal caseificio Pinna dove i pastori hanno gettato latte anche dentro gli uffici, infrangendo una finestra. Tutto questo mentre altri gruppi di pastori bloccavano la 131 all'altezza di Giave e versavano il latte in strada bloccando il traffico nei due sensi di marcia. Alle 11 i piccoli allevatori di Orgosolo e Fonni sono arrivati a Mamoiada per sversare il latte in piazza e lo stesso è accaduto a Cardedu lungo la statale 125LEGGI ANCHE La rivolta del lattevideo di Ivan Nuvoli

La rabbia dei pastori: non ci piace buttare il latte, ma in Sardegna ci hanno ridotti a questo Mamoiada. Non si ferma la protesta dei pastori che chiedono un giusto prezzo per il loro prodotto, oggi pagato 60 centesimi al litro, mentre dovrebbe essere pagato a 1 euro e 10 centesimi. A Mamoiada sono arrivati da Fonni e da Orgosolo per gettare in piazza il latte munto all'alba. La protesta è rivolta agli industriali che raccolgono il latteLEGGI ANCHE La rivolta del latte video di Massimo Locci

La battaglia degli allevatori: latte sulla strada a Orune ORUNE. Questa filmato è stato postato sul profilo Facebook di Nanneddu Sanna e si riferisce alla manifestazione di stamane, 8 febbraio, dei pastori appena all'uscita del centro abitato di Orune, lungo la strada che porta a Bitti. Decine e decine di pastori hanno versato il latte dai contenitori.(contenuto facebook Nanneddu Sanna)

leggi anche:

leggi anche:

leggi anche:

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community