Vai alla pagina su Lavoro
parco geominerario 

Vertenza conclusa con due firme sono salvi 501 lavoratori Ati Ifras

CAGLIARI. Esito positivo per la vertenza Geoparco: con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, i comuni e gli enti coinvolti, la Regione ha siglato l'accordo che riguarda la sistemazione di 501...

CAGLIARI. Esito positivo per la vertenza Geoparco: con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, i comuni e gli enti coinvolti, la Regione ha siglato l'accordo che riguarda la sistemazione di 501 lavoratori ex Ati Ifras e il protocollo d'intesa che guarda al futuro e al consolidamento del progetto del Parco geominerario. Non nasconde la soddisfazione Cristiano Ardau, segretario generale della UilTucs Sardegna, «per i lavoratori licenziati a dicembre 2016: dopo ben 26 mesi ben 354 sono stati riassunti e i restanti 147 accompagnati fuori dal bacino con esodo. Con la firma si è assicurato il futuro al progetto, l’occupazione ai lavoratori coinvolti con la possibilità a regime, di creare altra occupazione».

L’obiettivo è «valorizzare, bonificare e rendere fruibili turisticamente i 380.000 ettari di siti minerari dismessi, di grande valore storico, industriale e culturare, già riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità», spiega Ardau. Nell'accordo sindacale è previsto che la durata dei contratti a tempo determinato possa proseguire se necessario fino al completamento delle procedure per l’individuazione dell’operatore che provvederà all’assunzione dei lavoratori a tempo indeterminato.

Per Filippo Spanu, assessore degli affari generali, «è stato un lavoro di squadra lungo e complesso. Presto partirà, con il coinvolgimento attivo dei comuni, il bando internazionale che dovrà offrire ulteriori garanzie al personale». Virginia Mura (assessore al lavoro) rende merito «alle organizzazioni sindacali, che con coraggio, pur nella dialettica dei ruoli, hanno realizzato con noi una parte importante del percorso e che
oggi sono chiamate a vigilare su quanto deliberato». L'assessore degli Enti Locali Cristiano Erriu sottolinea che tutti «hanno lavorato con unità di intenti e questa compattezza costituisce un modello per affrontare allo stesso modo altre delicate situazioni». (a.palm.)



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller