Cicu porta la rabbia dei pastori sardi a Strasburgo

L'europarlamentare: "Il fiume bianco riversato nelle strade assume un significato di dignità e orgoglio"

STRASBURGO. «Porto in questa aula la rabbia, la disperazione, il dramma dei pastori della Sardegna, che in queste ore stanno riversando tutto il loro prodotto, il latte, per le strade». Così l'eurodeputato di Forza Italia Salvatore Cicu, intervenendo oggi in aula a Strasburgo.

«Io sto con i pastori sardi. Naturalmente - ha sottolineato Cicu - so che ci deve essere una mediazione, che significa contrattazione tra domanda e offerta, e quindi chiedo a lei, presidente _ ha detto rivolto ad Antonio Tajani _, «di poter incontrare in questi giorni una delegazione dei pastori».

«Ho voluto portare nell'aula di Strasburgo, nel cuore del Parlamento europeo, la voce, la rabbia e il dramma dei tanti pastori sardi che in questo momento riversano il frutto del loro lavoro per strada», ha spiegato alla stampa l'eurodeputato azzurro.

«Un

fiume bianco - ha sottolineato Cicu - che assume il significato di dignità, orgoglio, di necessità di rappresentare un tema che è economico e culturale: quello del pagamento di un prezzo iniquo e ingiusto del latte. È intollerabile che un litro di latte venga paragonato a un litro d'acqua».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller