Rivolta del latte, Coldiretti alla Regione: "E' finito il tempo della trattativa"

Mentre i pastori alzano il tiro annunciando l'intenzione di bloccare i seggi del voto per le regionali se non si arriverà al prezzo del latte richiesto prima del 24 febbraio

SASSARI. Gli allevatori sardi in lotta per il prezzo del latte si dichiarano pronti a impedire l'accesso ai seggi domenica 24 febbraio e bloccare il voto per le elezioni regionali.

Rivolta del latte, la protesta dei pastori di Nulvi Nulvi. I pastori di Nulvi e i soci della cooperativa San Pasquale hanno voluto dare sostegno alla vertenza sul prezzo del latte trovandosi alle 10.30 di oggi 11 febbraio all'ingresso della strada dell'Anglona. Uno dopo l'altro hanno gettato sull'asfalto il latte munto all'albaLEGGI ANCHE Rivolta del latte, finito il tempo delle trattativevideo di Mauro Tedde

A Roma Salvini si schiera coi pastori poi annuncia di voler dar vita a una Commissione unica nazionale con pastori, produttori e industriali per il latte ovino e non manca di promettere il suo ritorno in Sardegna.

Nell'isola, il presidente Francesco Pigliaru invita alla trattativa, ma Coldiretti di fatto rifiuta di sedersi al tavolo con la Regione: "Il tempo delle trattative è terminato, il prezzo del latte è quello richiesto dai pastori manifestanti ed è a loro che l'industria deve fare la proposta"

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

leggi anche:

leggi anche:

leggi anche:

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare