assessorato al lavoro 

Contratto di solidarietà per la Reno

In pericolo 200 posti a Portoscuso, firmato l’accordo con i sindacati

CAGLIARI. Un accordo per il contratto di solidarietà per far fronte al pericolo di un imminente licenziamento di circa 200 lavoratori della Reno Srl di Portoscuso, è stato siglato ieri nella sede dell’assessorato del lavoro con i sindacati regionali confederali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e e Confsal-Fismic. Lo fa sapere la Regione. L’intesa sugli ammortizzatori sociali in deroga nelle aree di crisi complessa nel 2019 prevede di impegnare un importo complessivo di 1,6 milioni di euro, somme residue dei 9 milioni di euro stanziati nel 2018 dal Governo Gentiloni su proposta dei ministri Calenda e Poletti, per le aree di crisi complessa Portovesme e Porto Torres. Lo stanziamento va a coprire con 800 mila euro il periodo pregresso del 2018 (in attuazione della normativa speciale per le imprese nelle aree di crisi complessa) e col medesimo importo il 2019. In base all’accordo, a fronte di una programmazione biennale dell’ammortizzatore, il piano di politiche attive sarà concentrato nel secondo anno. Con quest’ultimo impegno di spesa, che si somma ai 400 mila euro già destinati lo scorso 22 gennaio al rifinanziamento della cassa integrazione per i lavoratori della Portovesme Srl – dice la Regione – si esauriscono le risorse statali messe a disposizione della Regionenel 2018 per gli ammortizzatori sociali delle due aree di crisi. L’assessorato ha comunicato al ministero
del lavoro un fabbisogno di 16 milioni di euro, in modo da coprire i circa 1000 trattamenti di mobilità per l’intero 2019. Non appena arriverà il decreto interministeriale lavoro/economia con l’assegnazione delle risorse, la Regione potrà, aprire il sistema informativo lavoro.



TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community